A Madrid la bolletta della luce sale sulla blockchain
Blockchain

A Madrid la bolletta della luce sale sulla blockchain

By Aneta Karbowiak - 29 Apr 2018

Chevron down

Klynergy è una startup spagnola che sta sviluppando una piattaforma Pylon Network basata sulla tecnologia blockchain. L’obiettivo è quello di rilevare i punti di risparmio energetico e ridurre i consumi e le emissioni di CO2, apportando modifiche comportamentali e adattandosi sempre alle attività e agli orari del mercato.

In collaborazione con l’associazione dei commercianti del Mercato di San Fernando di Madrid, partner-consumatore della cooperativa energetica La Corriente, Klynergy ha anche pubblicato CORE, il primo codice blockchain pienamente operativo sviluppato specificamente per le esigenze del settore energetico.

Lo scopo di questo Smartmeter è di analizzare in tempo reale le esigenze energetiche di un edificio per poi andare a installare i pannelli solari.

“La particolarità del progetto pilota a Madrid è che chiunque potrà diventare un consumatore e un produttore, cioè un prosumer ” ha detto Gerard Bell, CEO di Klynergy.

Il sistema creato dalla startup sarà in grado di adattarsi automaticamente agli orari e alle esigenze energetiche dei consumatori permettendo un risparmio energetico significativo.

La blockchain cambia il settore energetico

Uno dei problemi del settore energetico è la presenza di intermediari che si frappongono nel rapporto tra il produttore e il consumatore. Per questo motivo il costo dell’energia che arriva al consumatore diventa più salato del dovuto.

Klynergy non solo permette di risparmiare sulla bolletta della luce, ma anche di scambiare l’energia verde creata da altri utenti della rete peer-to-peer di Pylon Network, per mezzo della quale le transazioni di scambio energetico saranno pagate con l’utilizzo di pylon coin.

Klynergy impiega nella piattaforma il contatore intelligente METRON, un sistema di monitoraggio energetico per dare al consumatore un’idea significativa del proprio consumo e che premia la produzione di elettricità verde.

Tutto questo è possibile perché la tecnologia blockchain ha il potenziale per supportare un sistema in cui milioni di famiglie che producono l’energia verde decidono di effettuare transazioni di compravendita P2P automatiche con i loro vicini.

In una ricerca, La Corriente ha trovato che creando una rete cooperativa è possibile un risparmio energetico del circa 20% senza sacrificare il comfort.

Madrid sarà tutta verde

La piattaforma Pylon Network è già disponibile nella versione demo dove è possibile visualizzare il rapporto tra il consumo e la produzione.

Klynergy è un progetto pilota molto ambizioso che vuole includere oltre 10.000 membri di Goiener, una cooperativa senza scopo di lucro che commercializza energia rinnovabile nei Paesi Baschi, e oltre 200 membri della cooperativa madrilena La Corriente.

Klynergy vuole anche includere nel futuro gli utenti di Energie Rinnovabili che uniscono 17 cooperative di ambito municipale che si tradurrebbe in 80.000 membri sulla piattaforma Pylon Network che utilizzerebbero l’energia pulita.

Aneta Karbowiak
Aneta Karbowiak

Laureata in Biologia all'Università degli Studi di Genova, si è presto interessata allo sviluppo delle applicazioni mobili e dei chat bot. È entrata nel mondo dell'editoria come manager di un sito di sport inglese dove ha gestito un team di dieci persone. Appassionata della tecnologia blockchain e delle criptovalute, ha cominciato a scrivere per Qubithacker.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.