HSBC e ING completano la prima transazione su blockchain
HSBC e ING completano la prima transazione su blockchain
Blockchain

HSBC e ING completano la prima transazione su blockchain

By Aneta Karbowiak - 14 Mag 2018

Chevron down

HSBC, una delle più grandi organizzazioni di servizi bancari e finanziari del mondo, ha annunciato su Twitter di aver completato con ING una transazione su blockchain.

La prima transazione commerciale

La transazione è stata eseguita sulla blockchain Corda per finanziare una spedizione di semi di soia dall’Argentina alla Malesia. Il successo di questa operazione indica che la tecnologia è valida per il commercio.

Si tratta di un passo importante per aumentare l’efficienza attraverso la riduzione dei passaggi necessari per completare l’intero processo e per ridurre gli errori nel finanziamento del commercio internazionale.

La blockchain permetterà anche di ridurre il rischio di frode nelle lettere di credito, uno dei metodi più utilizzati tra importatori ed esportatori per garantire più di 2 trilioni di dollari di transazioni, ma la burocrazia coinvolta in questo processo richiede da 5 a 10 giorni per scambiare la documentazione.

In questo scenario, è evidente che la blockchain giocherà un ruolo importante nel velocizzare e facilitare le transazioni commerciali e sarà “un punto di svolta” per il modo in cui viene condotto il commercio ha detto Vivek Ramachandran, responsabile globale dell’innovazione e della crescita per il settore bancario di HSBC.

“Ciò che questo significa per le aziende è che le operazioni di finanza commerciale sono state rese più semplici, più veloci, più trasparenti e più sicure.”

La blockchain per eliminare gli intermediari

Per HSBC e ING, questo non è il primo contatto con la blockchain.

A ottobre le due banche, insieme ad altre otto istituzioni finanziarie, hanno lavorato per creare una piattaforma di prestiti controllati utilizzando la tecnologia blockchain.

Secondo un rapporto pubblicato da Moody’s, il sistema bancario del Regno Unito è il più esposto alla trasformazione causata dalla tecnologia blockchain perché le richieste transfrontaliere da parte delle banche nel Regno Unito sono enormi.

Le transazioni internazionali intraprendono attualmente un percorso tortuoso attraverso le banche, in un processo che può richiedere giorni e costi significativi per i clienti finali.

L’implementazione della blockchain per la compensazione e il regolamento delle transazioni potrebbe ridurre la necessità di intermediari rendendo il tutto più semplice ed efficiente.

La blockchain in Australia

Anche dall’Australia arrivano notizie secondo le quali il Dipartimento degli Interni vuole servirsi della blockchain per alimentare e migliorare le sue attività economiche.

Il più promettente è il progetto di una blockchain applicato alla catena di approvvigionamento che, eliminando gli intermediari, consentirà di velocizzare le operazioni e di ridurre i rischi legati alla sicurezza delle transazioni.

Aneta Karbowiak
Aneta Karbowiak

Laureata in Biologia all'Università degli Studi di Genova, si è presto interessata allo sviluppo delle applicazioni mobili e dei chat bot. È entrata nel mondo dell'editoria come manager di un sito di sport inglese dove ha gestito un team di dieci persone. Appassionata della tecnologia blockchain e delle criptovalute, ha cominciato a scrivere per Qubithacker.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.