Coinbase decentralizza le operazioni
Altcoin

Coinbase decentralizza le operazioni

By Aneta Karbowiak - 24 Mag 2018

Chevron down

Brian Armstrong, co-fondatore di Coinbase ha annunciato mercoledì l’acquisizione di un exchange decentralizzato, Paradex, per permettere agli utenti il trading di centinaia di token direttamente tra di loro, attraverso i propri portafogli.

I dettagli finanziari di questa operazione non sono ancora stati rilasciati.

Paradex è una compagnia basata a San Francisco e conta 10 dipendenti.

È un exchange di criptovalute decentralizzato perché non agisce da mediatore nelle operazioni di scambio dei token tra due utenti.

Come funziona Paradex

Non detiene nessuna custodia dei token delle parti coinvolte nello scambio perché questi vengono trasferiti direttamente tra i wallet degli interessati.

Si tratta di un exchange basato sul protocollo 0x e permette lo scambio dei token ERC20, ovvero quelli basati sulla blockchain di Ethereum.

Con questa acquisizione, Coinbase si impegna a “’investire in infrastrutture decentralizzate e a partecipare al nascente mondo del trading wallet-to-wallet” , ponendo il proprio “focus sul trader internazionale dei crypto-assets”.

Il servizio verrà inizialmente lanciato al di fuori degli Stati Uniti, per poi concentrarsi anche sul mercato americano.

A marzo, la Securities and Exchange Commission (SEC) ha avvertito gli exchange che, listando dei token considerati delle security, richiede la registrazione presso i regolatori.

La volontà di focalizzarsi prima sul mercato internazionale potrebbe quindi essere dovuta alla stringente normativa degli Stati Uniti e, soltanto dopo che “le modifiche per scopi di conformità” verranno apportate, Coinbase entrerà sul territorio americano.

Coinbase, che al contrario dei suoi concorrenti listava finora soltanto quattro criptovalute (bitcoin, ethereum, litecoin e bitcoin cash), espanderà la sua offerta ai token ERC20 per aumentare “in modo significativo la quantità di beni che le persone possono negoziare su Coinbase” ha detto alla CNBC il presidente dell’exchange Asiff Hirji.

Il rebranding di Coinbase

Lo stesso giorno, Armstrong ha anche annunciato il rebranding della piattaforma Coinbase Pro che sarà “trading platform professionale per gli individui”.

Nel suo blog post ha scritto: “Passando al nome Coinbase Pro, si riconosce che il singolo trader attivo richiede un prodotto completamente dedicato alle sue esigenze specifiche.”

La piattaforma offrirà strumenti e servizi di trading professionali, forniti attraverso un’interfaccia utente completamente riprogettata che renderà l’esperienza di trading più semplice e intuitiva.”

I cambiamenti includeranno un nuovo sistema grafico che fornirà un accesso semplificato ai dati storici e una vista di portfolio consolidata.

Coinbase vuole anche introdurre alcune delle caratteristiche tipiche delle criptovalute che si basano sul meccanismo di consenso Proof of Stake o Delegated Proof of Stake, come “la possibilità di partecipare a servizi come lo staking e il voto.”

GDAX verrà quindi diviso in due parti: una sarà per i clienti istituzionali che potranno utilizzare la nuova suite di trading istituzionale della società, mentre Coinbase Pro sarà destinata ai singoli investitori.

La transizione sarà finalizzata entro il 29 giugno.

“GDAX e Coinbase Pro opereranno fianco a fianco fino al 29 giugno 2018, con attività replicate su entrambe le piattaforme. Dopo il 29 giugno, tutti i clienti verranno trasferiti senza problemi a Coinbase Pro.“

Paradex ha espresso la sua felicità in risposta all’affare:

“Un anno fa questo mese ci siamo proposti di costruire il miglior relayer decentralizzato che consentisse agli utenti un’auto-custodia. Un anno dopo, non siamo solo estremamente orgogliosi di ciò che abbiamo raggiunto, ma siamo estremamente ottimisti riguardo a dove è diretto il nostro spazio e l’esplosione di opportunità che cresce ogni giorno.”

Con l’acquisizione di Paradex, Coinbase si aggiunge a Bitfinex e Binance che sono altri due exchange centralizzati che hanno deciso di focalizzarsi sulla decentralizzazione dei servizi.

Bitfinex aveva annunciato il lancio di Eosfinex, un exchange decentralizzato basato sul protocollo Eos, mentre Binance aveva deciso di creare Binance Chain.

Aneta Karbowiak
Aneta Karbowiak

Laureata in Biologia all'Università degli Studi di Genova, si è presto interessata allo sviluppo delle applicazioni mobili e dei chat bot. È entrata nel mondo dell'editoria come manager di un sito di sport inglese dove ha gestito un team di dieci persone. Appassionata della tecnologia blockchain e delle criptovalute, ha cominciato a scrivere per Qubithacker.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.