In viaggio con il token di Locktrip
Blockchain

In viaggio con il token di Locktrip

By Simona Naldi - 26 Giu 2018

Chevron down

Read this article in the English version here.

Il mondo dei viaggi e dell’ospitalità è già stato completamente rivoluzionato dalla nascita dei servizi internet come Tripadvisor, AirBnB e Booking.com.

L’intermediazione tramite le agenzie di viaggi appare avviata verso l’estinzione, ma questo non ha portato a una cancellazione del “Middleman”, semplicemente lo ha smaterializzato sostituendolo con servizi centralizzati in mano a grandi società che applicano dei lauti margini.

Per dare un’idea dei ricavi delle società del settore Booking Holdings fattura 12 miliardi di dollari, Tripadvisor 1,2  e AirBnB circa 2,6. Cifre importanti che finiscono per ricadere sia sui clienti, sia sugli hotel.

Si possono eliminare questi intermediari tramite la blockchain?

Locktrip vuole consentire ai viaggiatori di prenotare hotel e sistemazioni senza passare tramite nessun intermediario, direttamente, valutando i feedback e il tutto nella totale trasparenza garantita dagli smart contract, il tutto su blockchain Ethereum.

Quindi abbiamo una piattaforma completamente decentralizzata che permette di offrire e cercare sistemazioni e che fornisce anche un feedback di base sulla qualità del servizio che viene offerto.

Il token collegato, chiamato LOC è utilizzabile per pagare i servizi alberghieri, rendendo questa cripto una sorta di ABT, in cui il backing è costituito dal servizio.

Abbiamo testato la piattaforma, attualmente solo ad un livello alfa, per valutare una sistemazione in Roma la prima settimana di luglio ottenendo delle quotazioni molto interessanti se pagate in LOC, anche se non abbiamo potuto verificare completamente la qualità del servizio offerto.

Prossimamente dovrebbe essere lanciata una nuova piattaforma con incentivi di carattere commerciale per la condivisione.

Un progetto interessante nel suo concetto che però non sembra avere ancora raggiunto una sua maturità, anche perché la capitalizzazione è di solo 8 milioni di dollari e gli scambi giornalieri pari a poco più di centomila dollari: se un numero elevato di utenti utilizzasse veramente LOC per pagare i propri servizi dovremmo avere un turnover sugli exchange molto superiore, anche se è vero che i clienti hanno la possibilità di pagare anche in valute FIAT.

Locktrip lancia un’idea che può nuovamente rivoluzionare il settore del turismo, anche se non è certo che sarà proprio lei ad essere l’attore principale del cambiamento.

Simona Naldi
Simona Naldi

Laureata in materie scientifiche, blogger, editor per libri in lingua inglese, public relation per autori di libri.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.