Anche Peter Thiel e Bitmain investono in EOS
Anche Peter Thiel e Bitmain investono in EOS
Criptovalute

Anche Peter Thiel e Bitmain investono in EOS

By Aneta Karbowiak - 16 Lug 2018

Chevron down

Read this article in the English version here.

Block.one, la software house che ha costruito la piattaforma EOS, ha annunciato oggi che Peter Thiel, già founder di PayPal, insieme ad altri nomi di prestigio come la multinazionale Bitmain, Louis Bacon e Alan Howard hanno investito nella compagnia.

Thiel ha fondato PayPal nel 1998, quotando la compagnia in borsa appena quattro anni più tardi. L’imprenditore americano è poi diventato un venture capitalist, investitore di rilievo in Facebook, Palantir, Linkedin, Airbnb e Yelp. Attualmente è classificato al 67esimo posto sulla lista Midas 2018 di Forbes, con circa 2,5 miliardi di patrimonio.

Bitmain è invece una delle più grandi multinazionali di produzione di hardware per il mining di criptovalute. La società possiede due delle più grandi mining pool di Bitcoin e con i suoi 12 miliardi di dollari di capitalizzazione è la maggiore compagnia di blockchain al mondo.

“Il protocollo EOSIO è un grande esempio di innovazione blockchain. Le sue prestazioni e la sua scalabilità sono in grado di soddisfare le esigenze delle applicazioni consumer e apriranno la strada all’adozione della blockchain tradizionale “, ha dichiarato Jihan Wu di Bitmain.

Le notizie sull’investimento in Block.one arrivano poco dopo che Rob Jesudason di Commonwealth Bank of Australia si è unito alla compagnia come Group President, insieme a Mike Alexander di Jefferies Asia, che adesso guiderà il venture capital di EOS.

“Mentre Block.one si prepara ad annunciare i suoi piani futuri, siamo lieti di accogliere i principali investitori strategici in linea con i nostri valori di creazione di un mondo più sicuro e connesso”, ha affermato il CEO di Block.one, Brendan Blumer.

Questo round di finanziamento è stato preceduto da un’altra importante raccolta che ha visto Mike Novogratz investire 20 milioni di dollari in High Fidelity, una compagnia blockchain basata su EOS. Tutto il round ammontava a 35 milioni.

Brendan Blumer ha recentemente parlato del progresso di Block.one nel miglioramento della piattaforma EOS.IO:

“Nell’ultimo anno abbiamo spiegato che EOSIO è stato progettato per essere un protocollo che consente alle applicazioni decentralizzate tradizionali di soddisfare i requisiti necessari per competere con gli operatori storici della tecnologia su larga scala come Facebook, Uber, Airbnb e altre organizzazioni blue chip”.

Insomma, Block.one vuole competere con le aziende sopra citate ma, insiste Blumer: “è un compito che richiede molto tempo per essere realizzato correttamente. Stiamo lavorando duramente per progredire e mostrare i cambiamenti che si possono ottenere grazie alle elevate prestazioni di EOSIO.”

Aneta Karbowiak
Aneta Karbowiak

Laureata in Biologia all'Università degli Studi di Genova, si è presto interessata allo sviluppo delle applicazioni mobili e dei chat bot. È entrata nel mondo dell'editoria come manager di un sito di sport inglese dove ha gestito un team di dieci persone. Appassionata della tecnologia blockchain e delle criptovalute, ha cominciato a scrivere per Qubithacker.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.