Houbi, un report sul sentiment dei trader
Houbi, un report sul sentiment dei trader
Criptovalute

Houbi, un report sul sentiment dei trader

By Simona Naldi - 8 Ago 2018

Chevron down

Read this article in the English version here.

Huobi svolge regolarmente delle indagini sul cosiddetto sentiment del mercato, cioè sulle aspettative future degli operatori circa le quotazioni delle criptovalute.

L’ultima analisi svolta raccoglie 891 questionari distribuiti su 23 nazioni e compilati fra il 29 ed il 31 luglio distribuiti tramite social media in un’area che va dall’estremo oriente alle Americhe all’Europa.

Dato 100 come valore di ottimismo massimo e zero il valore più alto di pessimismo, abbiamo che l’indice complessivo di votazione, pesato fra breve, medio e lungo termine, è pari a 75,6 punti, con un incremento dell’8,8% rispetto al giugno 2018.

L’indice medio di breve termine è pari a 67,4%, con un incremento del 15,1%; quello di breve periodo è pari  al 78,7, con un incremento dell’8%, mentre l’indice di lungo periodo è pari a 88,8 punti, con un incremento dell’1,4%.

Quindi emerge che, mentre le prospettive di breve periodo cambiano, le prospettive di lungo periodo, invece, rimangono fermamente positive.

Il report fornisce anche la distribuzione dei pareri fra le diverse alternative, a seconda degli orizzonti temporali considerati. Iniziamo considerando il breve periodo:

La maggior parte degli investitori mostra una previsione moderatamente ottimistica, almeno nel breve periodo, cioè nei successivi trenta giorni.

Si tratta naturalmente delle aspettative degli operatori, non di una previsione di carattere scientifico, per cui viene ad essere influenzata sia dalle esperienze del periodo precedente che dal momento in cui è stata posta la domanda.

Proprio nella seconda metà di luglio si era assistito ad un rally dei valori delle criptovalute che può aver influenzato le aspettative a breve periodo.

Passiamo a considerare le previsioni di medio periodo:

Le previsioni a medio termine vedono una prevalenza molto superiore delle aspettative di incremento notevole, superiore al 30% nel corso delle criptovalute. L’ottimismo supera l’80%, contro poco più del 10% che, invece, attende un ribasso.

Il lungo periodo è il profilo che risente meno delle variazioni nelle aspettative:

Anche in questo caso l’ottimismo è prevalente, con il 90% che attende un rialzo nei prossimi tre anni ed un 75,65% che attende un rialzo superiore al 30%. Le aspettative rimangono sempre positive nel lungo termine, senza grossi cambiamenti.

Huobi effettua un’analisi dei dati anche a livello geografico, suddividendo i dati fa Cina e resto del mondo. In questo caso la Cina appare più ottimista nel breve periodo e meno ottimista nel medio periodo, con una sostanziale similitudine fra le aree nel lungo periodo.

In questo caso potrebbero pesare delle prospettive economiche generali, anche nell’ottica dei mercati azionari che sono stati recentemente penalizzati in Cina.

Simona Naldi
Simona Naldi

Laureata in materie scientifiche, blogger, editor per libri in lingua inglese, public relation per autori di libri.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.