banner
BancorX su EOS.io: la prima dApp cross-chain
BancorX su EOS.io: la prima dApp cross-chain
Blockchain

BancorX su EOS.io: la prima dApp cross-chain

By Aneta Karbowiak - 5 Nov 2018

Chevron down

Bancor, la più grande rete di liquidità decentralizzata del mondo, ha annunciato oggi il lancio della sua dapp cross-chain, BancorX, sulla piattaforma EOS.IO.

Read this article in the English version here.

BancorX è la prima applicazione decentralizzata che consente il movimento di token basati su Ethereum ed EOS.

Questa conversione cross-chain è assicurata attraverso il network token BNT, il primo asset digitale decentralizzato in grado di muoversi tra le blockchain.

Questa news era tra le piú attese dell’anno perché risponde alla necessità di una rete decentralizzata in cui i token basati su EOS ed Ethereum possono essere facilmente convertiti.

Si prevede che BancorX, realizzato in partnership con il Produttore di Blocchi su EOS LiquidEOS, aumenti la liquidità e l’attività su entrambe le piattaforme di contratti intelligenti.

Perché Bancor ha scelto EOS

C’è un ovvio vantaggio nell’utilizzare EOS.IO come piattaforma per costruirci sopra degli smart contract e Dapp. Il software creato da Daniel Larimer è diventato rapidamente la blockchain più utilizzata e questo è da attribuire alle sue transazioni super veloci di un secondo e senza commissioni.

La blockchain di Ethereum impiega oltre 10 secondi di tempo per l’elaborazione delle transazioni e i costi di transazione che raggiungono persino i 50$ di gas quando la rete è congestionata.

Inoltre, a causa della mancanza di fee per il gas, le transazioni EOS vengono elaborate durante la creazione e non in ordine di priorità in base alla quantità di fee per il gas, come accade su Ethereum. Questo esclude il rischio di front-running e permette ad ogni transazione di essere trattata allo stesso modo.

La blockchain pubblica di EOS.IO fornisce anche le più avanzate misure di sicurezza dell’account e, in segno di fiducia, la Bprotocol Foundation ha annunciato che trasferirà 10 milioni di dollari in BNT attualmente detenuti su Ethereum in un account sicuro sulla blockchain EOS. I fondi saranno utilizzati per incoraggiare lo sviluppo EOS e la liquidità dei token.

EOS ha solo quattro mesi di vita, ma ha già guadagnato molta trazione e gli utenti giornalieri di dApp sono tre volte più numerosi della blockchain di Vitalik Buterin.

Come funziona Bancor e BancorX

BancorX conta oltre 120 token basati su EOS ed Ethereum e questo numero sembra essere destinato a crescere rapidamente poiché chiunque potrà integrare un token Ethereum o EOS su Bancor, facendo lo stake dei token.

Basta creare un relay sulla rete Bancor per automatizzare le conversioni di token direttamente dai wallet. I token su Bancor sono immediatamente convertibili l’uno con l’altro, con oltre 8000 coppie di trading su ETH, EOS, DAI, BNB e altro.

Bancor è lo scambio più utilizzato per il “long-tail” di token che potrebbero non essere facilmente convertibili su ordinativi bid-ask. Si basa su algoritmi trasparenti e depositi automatizzati per gestire la liquidità.

Questa liquidità può quindi essere accessibile a livello di programmazione da altri scambi, applicazioni e servizi decentralizzati.

Bancor ha elaborato fino ad ora oltre $ 1,5 miliardi di conversioni di gettoni sin dal lancio nel 2017. Una delle principali funzionalità di Bancor è che consente la conversione continua di risorse a basso volume perché gli ordini vengono elaborati su contratti intelligenti sulla blockchain, invece di abbinare due parti in un trade.

Fino ad ora, l’unico modo per spostare i token basati su EOS ed Ethereum era attraverso exchange centralizzati. Ora invece il token BNT ora avrà una funzionalità cross-chain, elemento cruciale per una conversione senza problemi.

Eyal Hertzog, co-fondatore di Bancor e Product Architect, ha dichiarato: “BancorX si basa sulla capacità di spostare BNT – il token di rete di Bancor – tra blockchain. Questa funzionalità cross-chain aumenta l’utilità di BNT come token inter-rete, collegando gli ecosistemi EOS ed Ethereum oggi, e in futuro un numero enorme di blockchain”.

Questo token inter-network ha la capacità di operare simultaneamente su entrambe le blockchain. Questo è possibile perché BancorX utilizza un sistema di contratti intelligenti per elaborare le conversioni tra token di Ethereum ed EOS. Ogni conversione implica l’uso di BNT, ma l’offerta circolante del token Bancor non cambia mai.

Il co-fondatore di Bancor, Galia Benartzi, ha dichiarato: “Siamo entusiasti di aver completato l’espansione di Bancor Network su EOS, così come il ponte di liquidità cross-chain che collega EOS ed asset basati su Ethereum. La capacità di convertire facilmente i punti degli asset cross-chain in un futuro in cui i progetti e gli utenti di token hanno la possibilità di interagire in modo trasparente con qualsiasi blockchain più adatta alle loro esigenze.”

 

Aneta Karbowiak
Aneta Karbowiak

Laureata in Biologia all'Università degli Studi di Genova, si è presto interessata allo sviluppo delle applicazioni mobili e dei chat bot. È entrata nel mondo dell'editoria come manager di un sito di sport inglese dove ha gestito un team di dieci persone. Appassionata della tecnologia blockchain e delle criptovalute, ha cominciato a scrivere per Qubithacker.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.