Intervista Ray Sze: “I Casinò digitali favoriranno adozione di massa delle crypto”
Intervista Ray Sze: “I Casinò digitali favoriranno adozione di massa delle crypto”
Interviste

Intervista Ray Sze: “I Casinò digitali favoriranno adozione di massa delle crypto”

By Daniele Chicca - 11 Gen 2020

Chevron down

I consumatori sotto i 38 anni di età sono tecnicamente più istruiti e ne sanno di più sul mondo delle scommesse rispetto alla generazione che li ha preceduti”, dice in un’intervista a The Cryptonomist Ray Sze, Head of Games di Bitcoin.com, sottolineando che i casinò digitali sono la piattaforma di preferenza per i giovani che amano il gioco d’azzardo.

L’arrivo prepotente delle criptovalute sta imponendo all’industria del gioco d’azzardo e al mercato delle scommesse di evolvere in fretta. La maggior parte dei grandi attori del settore dei casinò ha deciso di puntare il tutto per tutto nelle piattaforme digitali per il gioco d’azzardo. Tuttavia, molte delle società lo fa senza rendersi bene conto di un aspetto chiave: il fattore demografico.

Le abitudini di consumo dei giovani utenti digitali contemporanei rende difficile l’opera di conversione del modello dei casinò standard rispetto ad altre fasce d’età. In poche parole, Millennials e Generazione Z si avvicinano al gioco d’azzardo attraverso una lente completamente diversa rispetto alle generazioni più anziane. E le case da gioco farebbero meglio ad adeguarsi.

Questo sarà un segmento di mercato fondamentale per la crescita dei casinò digitali. In un contesto del genere non potevano non entrare in gioco le criptovalute. “La nuova generazione di scommettitori conosce benissimo le valute crittografiche e virtuali”, osserva Sze, parlando di come i casinò digitali contribuiranno ad alimentare una crescita del tasso di adozione delle crypto 

Dai punti FIFA, ai Vbucks (la valuta del videogioco online Fortnite) e ai Bitcoin Cash, la transizione è naturale. È sempre più facile fare operazioni di scambio tra divise fiat e crypto, pertanto c’è da aspettarsi un guadagno costante di quote di mercato da parte delle criptovalute a discapito delle monete tradizionali”. 

Un casinò digitale che si sta focalizzando sulla crescita del promettente segmento delle scommesse è Bitcoin Games, una piattaforma di giochi d’azzardo (slot machine, roulette, giochi classici da tavolo come blackjack e poker) in cui si usano esclusivamente Bitcoin.

Dove nasce la necessità di usare esclusivamente Bitcoin

Sze ha spiegato il motivo della scelta, puntualizzando che molto semplicemente:

il Bitcoin è la divisa crittografica più popolare e un numero sempre maggiore di persone in tutto il mondo lo sta adottando come mezzo di pagamento preferito”.

La natura decentralizzata di questa criptovaluta con un livello di trasparenza senza eguali nel settore, unito alla comunità che lo appoggia, rende il Bitcoin la moneta perfetta per un settore lucrativo e di intrattenimento come quello del gioco d’azzardo”.

L’attenzione per l’anonimato, la registrazione istantanea e la sicurezza attraverso la tecnologia blockchain, ha reso i Bitcoin molto popolari nell’ecosistema del gioco d’azzardo crypto. Basti pensare che gli scommettitori e giocatori si aggiudicano in media vincite pari a oltre 1 milione di dollari in BTC a settimana

Sze ricorda inoltre che Bitcoin ha dato priorità alla formazione di una comunità fedele e fidelizzata, tramite la creazione di programmi di ricompensa ed eventi speciali, di cui i Bitcoin Games 12 Days of Christmas sono un esempio.

Generazione Z, videogiochi e scommesse fanno parte del quotidiano

Sebbene Bitcoin Games punti a un’ampia fascia demografica e accolga giocatori di tutte le generazioni (“Abbiamo qualcosa da offrire per tutti”, dice Sze), visto che tradizionalmente quello dei casinò è un mondo popolato dai giocatori più “maturi”, è chiaro che come target il maggiore potenziale è rappresentato da Millennials e Generazione Z.

Quasi il 91% dei giovani della Generazione Z gioca ai videogame assiduamente, mentre l’84% dei Millennials si auto definisce un video giocatore.

La maggior parte dei giovani d’oggi, i quali costituiscono il segmento di consumo chiave dei casinò, sono spinti dalle loro abitudini di consumo digitale”

Questa fascia d’età preferisce avere un accesso immediato ai videogiochi e al gioco d’azzardo tramite smartphone e Internet, anziché doversi recare di persona in un casinò vero e proprio. Si tratta di giovani interessati all’innovazione tecnologica, che cercano l’anonimato e richiedono una gratificazione immediata che si traduce in tempi più rapidi.

Secondo gli ultimi sondaggi, la maggior parte di questa popolazione considera le criptovalute una classe di asset a sé stante e si dichiara ricettiva all’idea che le monete digitali diventino un veicolo per le proprie operazioni di acquisto. 

I casinò digitali criptati – commenta il manager – non solo portano il gioco d’azzardo a portata di mano, ma forniscono anche un modo più veloce e sicuro per queste generazioni di navigare in un mondo che già chiamano casa.

 

Daniele Chicca
Daniele Chicca

Laureato in lingue e letterature straniere all'Università di Bologna, con un anno da undergraduate presso la UCL di Londra. Giornalista professionista dal 2007, si è con il tempo specializzato in finanza, economia e politica. Dopo tre anni presso il desk di Reuters a Milano, ha lavorato per diverse testate, contribuendo tra le altre cose a portare a un incremento del traffico progressivo sul sito Wall Street Italia e offrendo servizi di vario genere da inviato per Radio Rai e per le agenzie stampa AGI e TMNews (ex Apcom). Al momento è responsabile della redazione, della linea editoriale e del coordinamento di un importante sito di informazione economica e finanziaria

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.