Lightning Torch rubata: la corsa continua nonostante i furti
Lightning Torch rubata: la corsa continua nonostante i furti
Bitcoin

Lightning Torch rubata: la corsa continua nonostante i furti

By Stefania Stimolo - 28 Gen 2020

Chevron down

La Lightning Torch 2020 è stata rubata per almeno quattro volte. Ciò nonostante, la seconda iniziativa di Hodlonaut continua la sua corsa. Su Twitter è rintracciabile con l’hashtag #LNTrustChain2.

Sembra che ad oggi, in soli 9 giorni dal suo inizio, il totale dei furti sia già a quota quattro. 

“La torcia #LNTrustChain2 è stata appena rubata per la quarta volta … E per la quarta volta la persona che ha inviato al ladro ha deciso di ritirarla fuori di tasca propria. Grande ❤️ a Crypto49ers” 

Crypto49ers sembra peró non essere l’unico portatore di torcia derubato da finti partecipanti. Anche il Co-Founder di BCademy, Giacomo Zucco, si è ritrovato davanti ad uno scam e ha voluto creare un tweetstorm per raccontare la sua disavventura. 

“Ok, è tempo per un lungo (e abbastanza educativo) tweetstorm sulla mia esperienza con # LNTrustChain2 (tutti sapete cos’è: la 2a edizione del fantastico esperimento di Lightning Network lanciato qualche tempo fa da @hodlonaut). Questo è quello che mi è successo.”

Si tratta di ben 42 tweet in cui Zucco, orgoglioso di essere il primo in Italia riuscito ad ottenere la seconda edizione della torcia Lightning, durante il suo viaggio in macchina dalla Svizzera verso Milano, ha provveduto a passarla come da manuale in modo rapido ma forse imprudente. 

Zucco racconta di aver analizzato al volo il tweet del primo bitcoiner che ha inviato la sua fattura, l’account di @wizard_btc, verificando solo dopo aver inviato la torcia (al primo semaforo rosso di Milano) che il tweet dell’account non era più disponibile e che quindi si trattava di un account fake o, più semplicemente, del ‘ladro di torce’. 

Dopo aver realizzato lo scam appena subito, Zucco si è lasciato andare al suo riconosciuto umorismo, commentando verso la fine del suo tweetstorm, analisi e critiche sul modello di fiducia e privacy adottata dalla torcia su Lightning Network. 

Ecco come recita uno dei suoi tweet:

“In realtà penso che una critica più equa sarebbe effettivamente un’altra 1: il fatto che si incentiva la condivisione pubblica delle fatture! Nei pagamenti LN tipici, le fatture vengono condivise con il pagatore, non pubblicate su Twitter! Quest’ultimo può effettivamente rappresentare un bel problema di privacy!”

In ogni caso, grazie alla rimessa in gioco della torcia da parte dei partecipanti derubati, ecco che la lightning torch prosegue la sua corsa sul globo con una presenza monitorata e analizzata da Hodlonaut come segue:

  • 47 paesi, 
  • 119 collegamenti, 
  • 118 partecipanti unici, 
  • due ladri, 
  • valore totale di 1.33milioni di satoshi. 

Stefania Stimolo
Stefania Stimolo

Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.