banner
Lightning Network: Charlie Lee perde contro Roger Ver
Lightning Network: Charlie Lee perde contro Roger Ver
Criptovalute

Lightning Network: Charlie Lee perde contro Roger Ver

By Alfredo de Candia - 13 Mar 2020

Chevron down

Oltre 18 mesi fa sulla Blockchain Cruise, in forma molto amichevole, il paladino di Bitcoin Cash Roger Ver e il founder di Litecoin Charlie Lee fecero una scommessa riguardo all’incidenza dell’utilizzo di Lightning Network e quale sarebbe stata la forma di pagamento più usata nei negozi, se LN o BCH.

La scommessa, precisamente, riguardava il fatto che secondo Charlie Lee alla fine del 2019 Lightning Network sarebbe stato supportato da oltre 1000 negozi, cosa che attualmente non è accaduta.

Questo il video pubblicato ieri sul canale YouTube di Bitcoin Cash che spiega la scommessa e tutti i dati volti a dimostrare che la vittoria è di BCH.

All’epoca, nel settembre 2018, il dibattimento tra i due riguardò infatti alcuni punti salienti tra cui l’affidabilità di Lightning Network e il numero di negozi che accettava questo metodo di pagamento.

Ebbene a distanza di diverso tempo dalla scommessa vediamo che, alla luce di quanto possiamo anche apprendere da vari grafici, meno di 400 negozi accettano LN e molti non sono negozi fisici ma servizi online e spesso solo di gambling.

Inoltre, di certo non giova sapere che ci sono più Bitcoin in Ethereum che non su LN, visto che la DeFi sta permettendo – attraverso diversi progetti – di fare token crosschain, come per esempio con i pToken e WBTC.

Nel frattempo, invece, Bitcoin Cash (BCH) viene accettato in quasi tutto il mondo con oltre 4300 i negozi fisici, tralasciando tutti quegli online: si tratta di quasi il 1000% in più rispetto a quanto fatto fino a questo momento da LN.

Adesso non resta che aspettare il video di Charlie Lee con indosso la maglietta di Bitcoin Cash in cui promuove questa blockchain e vedere se manterrà la parola data 18 mesi fa, visto che ha perso la scommessa con Roger Ver.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.