Perché questa modifica a Ethereum potrebbe alterare le criptovalute per sempre
Perché questa modifica a Ethereum potrebbe alterare le criptovalute per sempre
Sponsored

Perché questa modifica a Ethereum potrebbe alterare le criptovalute per sempre

By Crypto Advertising - 1 Set 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

SPONSORED POST*

Come una delle criptovalute più popolari, l’ascesa di Ethereum (ETH) è stata divertente da osservare negli ultimi anni, soprattutto per gli investitori.

Tuttavia, dopo il crollo di quest’anno, la moneta ha faticato, come molte altre, a mantenere il suo successo.

Gli ideatori di ETH hanno in cantiere grandi progetti che potrebbero dare il via a un’altra ascesa, ma potrebbero anche esserci grandi conseguenze.

Il successo di Ethereum fino ad oggi 

Il Bitcoin ha dominato la scena delle criptovalute sin dalla sua nascita nel 2009. Essendo la cybermoneta originale, è quella che vale di più, che ha il maggior numero di utilizzi e che viene generalmente considerata come la valuta digitale pionieristica.

Ethereum, tuttavia, rappresenta probabilmente il miglior caso di secondo classificato, o capo altcoin, se preferite. È la valuta digitale preferita che alimenta il mondo degli smart contract ed NFT che si basano su di essi, mentre ha anche molteplici usi nel mondo della vendita al dettaglio e dell’intrattenimento. Ad esempio, vi piacerebbe fare un giro su una slot virtuale. I casinò Ethereum-friendly sono un’alternativa popolare ai casinò PayPal, per esempio, o a qualsiasi altro tipo di casinò online che normalmente accetta valute fiat. Si possono anche prenotare voli con ETH o pagare pasti da asporto.

Tuttavia, nonostante il successo mainstream di Ethereum, che ha attirato investimenti da parte di grandi società finanziarie, il crollo della criptovaluta del 2022 ha messo in agitazione molti investitori.

Tanto che i suoi ingegneri stanno pianificando un’azione drastica per far ripartire la moneta e rimetterla in carreggiata.

Spegnere gli impianti

Finora, sia Bitcoin che Ethereum hanno utilizzato il sistema di mining proof-of-work per generare nuove monete. Utilizzando enormi quantità di energia, hanno ricevuto molta stampa negativa per il loro impatto negativo sull’ambiente e questo ha causato un calo di popolarità.

Le persone che stanno dietro all’ETH hanno pianificato di abbandonarlo da tempo e di sostituirlo con una proof-of-stake (PoS) molto più efficiente dal punto di vista energetico. L’attuale sistema Eth2, ad esempio, esiste da tempo come entità separata, ma questo ha causato un conflitto tra i due.

La soluzione? Fondere i due sistemi in modo che l’intero sistema diventi la versione PoS più ecologica.

Al momento in cui scriviamo, il grande evento avverrà il 15 settembre. Ciò comporterà lo “spegnimento delle piattaforme” nel sistema POW e l’avanzamento sotto un’unica bandiera.

Anche se questo potrebbe essere ritardato, c’è una cosa che sappiamo: che accadrà in un modo o nell’altro. E presto.

Cosa succederà dopo?

Il grande evento si svolgerà in due modi: tutto continuerà come al solito, tranne che le emissioni di carbonio dell’ecosistema ETH diminuiranno drasticamente nel giro di una notte. Il Bitcoin sarà allora l’unica moneta rimasta sul concetto distruttivo di PoW.

Ma il rischio è grande. Il cambio potrebbe gettare nello scompiglio alcune delle più grandi istituzioni nell’industria ETH e potrebbe persino causare una guerra tra il vecchio e il nuovo mondo del sistema. Le conseguenze sarebbero disastrose e nessuno sa quanto tempo ci vorrebbe per riprendersi, se mai ce ne fosse bisogno. Dopo tutto, è la prima volta che accade.

Parte della ragione del potenziale caos potrebbe essere rappresentata dai “fork” di Ethereum che agiscono letteralmente come raggi nella ruota del sistema. Questi sarebbero creati da appassionati nel tentativo di mantenere in vita il sistema PoW e ostacolerebbero le funzioni del nuovo sistema. Gli equivalenti del Bitcoin sono Bitcoin Cash e Bitcoin Gold: versioni alternative, o “hard fork”, create per sostenere l’originale.

Ma queste fork avrebbero una battaglia da affrontare grazie ai miners di ETH ostinati. Dopo aver investito anni di lavoro nel sistema, non possono permettersi di vederlo fallire ora, perché hanno beni preziosi legati ad esso.

Dal giorno 0 dello switch, combatteranno con le unghie e con i denti per il nuovo sistema PoS, e molti si aspettano che abbiano successo. 

Un nuovo mondo per gli utenti di ETH 

Il giorno dopo il grande passaggio, gli utenti di ETH si sveglieranno scoprendo di avere due saldi, uno su ciascun tipo di blockchain. Se hanno uno smart contract, scopriranno di averne due, e in più ci saranno versioni PoW e PoS degli NFT.

Sebbene molte di queste possano coesistere pacificamente, è molto probabile che si verifichi un conflitto. Gli NFT originali, ad esempio, potrebbero perdere valore a causa della presenza di una versione non ufficiale che gli acquirenti possono pagare molto meno. La confusione tra gli utenti quotidiani potrebbe portare a un calo dell’utilizzo di ETH.

Inoltre, molte persone potrebbero essere scoraggiate dal fatto che il nuovo sistema significa potenzialmente una minore decentralizzazione. Dino (decentralizzazione solo di nome) è un timore molto reale tra i puristi della PoW, che credono che la natura del sistema PoS vedrà il potere della rete consegnato a coloro che hanno più soldi, o alle istituzioni finanziarie, come alcuni potrebbero chiamarle.

Questo ovviamente minaccerebbe uno dei principi fondamentali e dei punti di forza delle criptovalute e potrebbe suonare la campana a morto per le valute digitali in generale.

Per quanto questo sia preoccupante per gli appassionati di criptovalute, sembra che sia in serbo per loro un nuovo mondo coraggioso con opportunità inesplorate. Se questo includerà Ethereum, però, è un’altra questione.

*Questo articolo è stato pagato. The Cryptonomist non ha scritto l’articolo né ha testato la piattaforma.

Crypto Advertising

Vuoi un tuo articolo pubblicato su Cryptonomist? Vuoi pubblicizzare il tuo progetto crypto? Contattaci su [email protected]

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.