Fashion Week di Londra: Dedicata a Sua Maestà la Regina Elisabetta II
Fashion Week di Londra: Dedicata a Sua Maestà la Regina Elisabetta II
Eventi

Fashion Week di Londra: Dedicata a Sua Maestà la Regina Elisabetta II

By Valeriya Georgieva - 1 Ott 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

La Fashion Week di Londra (LFW) organizzata da Clearpay nel settembre 2022 è stata dedicata a Sua Maestà la Regina Elisabetta II. In quanto evento business-to-business, la LFW è proseguita osservando il protocollo reale. 

La community della moda creativa e commerciale ha dimostrato la sua forte unione per celebrare nel migliore dei modi la Regina e la sua dedizione alla creatività e al design.

Jonathan Anderson, che per diversi anni è stato all’estero, è tornato a Londra ed è stato tra gli stilisti desiderosi di vedere le sfilate andare avanti nonostante i tempi insoliti. Ha presentato la sua collezione lungimirante a una folla intima e ha offerto il suo personale omaggio alla Regina con un abito in T-shirt nera con la scritta: “Sua Maestà la Regina, 1926-2022, Grazie”. 

 In una dichiarazione Anderson ha detto: 

“Ora dobbiamo restare uniti e continuare a creare le incredibili storie per cui questa città è conosciuta”.

Alcuni dei nostri lettori sono appassionati di moda, che in fondo è una vera espressione e il fulcro di ogni individualista. Se si osservano da vicino i leader del mondo delle criptovalute e il modo in cui tutti loro si vestono, si possono cogliere alcuni trend e modi comuni per mostrare la loro posizione anarchica. Ora parleremo della settimana della moda a Londra. 

Come tutti possiamo vedere, la moda è entrata con disinvoltura nel mondo digitale: all’inizio di questo mese si è svolta un’intera settimana della moda nel metaverso.

La Fashion Week di Londra

L’industria della moda è sempre più interconnessa con la tecnologia.

Non sorprende quindi che l’ultimo evento di moda digitale, che già da una settimana si svolge a Londra, sia stato ospitato da Meta, probabilmente una delle forze principali che guidano il metaverso e tutta l’attenzione che riceve. Sebbene l’evento sia stato fondato sul connubio tra moda e tecnologia, è stato molto più incentrato sulla celebrazione della community creativa LGBTQ.

Uno dei nomi più importanti è stato quello di Jens Laugesen, mente creativa del pluripremiato marchio omonimo e fondatore del collettivo di consulenti olistici/design/lusso/tecnologici Konsens X, che insieme a un collettivo internazionale di artisti digitali di talento, al team del laboratorio digitale Virtual Touch di Hong Kong e con il sostegno della Danish Arts Foundation, ha presentato il progetto di collaborazione digitale META\SENS. Con il progetto di collaborazione digitale di moda META\SENS, Jens si propone di esplorare il significato di una nuova semantica visiva ibrida e di allineare il suo lavoro nel metaverso con l’arena metamoderna, come definita dai teorici olandesi Timotheus Vermeulen e Robin van der Akker, esplorando l’oscillazione tra un certo ritorno nostalgico al passato e il sogno utopico del futuro e lo spazio allargato tra il corpo e l’abito nel metaverso post-pandemico. 

Basandosi sulla meta-ridefinizione dello spazio ibrido e degli oggetti intermedi, questo progetto contrappone la sua formazione artigianale in tecniche di drappeggio couture con le nuove metodologie di progettazione digitale, taglio dei modelli e sviluppo 3D. Combinando l’artigianato convenzionale a bassa tecnologia con le più recenti tecnologie digitali, Jens si propone di esplorare come gli strumenti di drappeggio digitale di Clo3d o Browzwear possano essere utilizzati non solo come rendering visivo di fantasie super realistiche e strumenti di produzione di abiti/modelli digitali, ma anche come strumento di iterazione creativa taglia e incolla, simile alle opere d’arte analogiche a collage dei surrealisti e all’estetica del design 2D post-digitale di Photoshop degli anni Novanta.

Wild Capture, un’azienda di tecnologia e servizi per la creazione di esseri umani digitali, ha annunciato la collaborazione con The Immersive KIND NFT Gallery e 3D Fashion House, un collettivo multidisciplinare che esplora il “domani” attraverso la tecnologia creativa, alla London Fashion Week 2022.

Wild Capture è stata rappresentata da Kadine James, uno degli strateghi globali del metaverso presso Accenture e CEO e fondatore di The Immersive KIND, per produrre modelli di performance umana digitale su misura, specificamente per gli artisti Tetiana Rozmoritsa, Yashvanth Kumar e Aya Skikh, i cui modelli sono inclusi nei vari eventi esperienziali del collettivo durante la mostra.

Secondo James, la collaborazione con Wild Capture sostiene un’esperienza di moda nel metaverso che riflette il futuro dell’industria della moda. L’evento, ospitato su Spatial sotto forma di realtà virtuale, è stato attivato mercoledì 21 settembre e rimarrà in mostra fino al 28 settembre 2022. L’esperienza mira a riunire stilisti, artisti, musicisti, DJ e innovatori di tutto il mondo per celebrare l’esplosione di creatività che si sta verificando a Londra in pieno stile Web 3.0.

La piattaforma Digital Human di nuova generazione di Wild Capture consente ad artisti e creatori di produrre esseri umani digitali di alta qualità con tecnologie video volumetriche all’avanguardia. Per The Immersive KIND, Wild Capture ha importato i modelli di abbigliamento dell’artista nel suo strumento Cohort Fashion (Cohort), che fonde tecnologie video volumetriche, AI e USD per catturare una performance umana dal vivo da più angolazioni contemporaneamente. La pipeline di Cohort crea elementi fisici e texture personalizzati e generati al computer su personaggi umani digitali tridimensionali per ogni performer virtuale che verrà proiettato per la visualizzazione durante l’evento.

Valeriya Georgieva

Oltre 10 anni di esperienza lavorativa nella gestione e nel supporto di una varietà di prodotti e servizi tecnologici delle aziende Fortune 500. Specializzata in IT Business Process Outsourcing. Nel 2018 Valeriya è entrata a far parte dell'industria Crypto e attualmente contribuisce a start-up e piccoli team con progetti open source. Nel 2020 Valeriya ha iniziato il suo webinar chiamato Shoes in Bitcoin, che si concentra sull'apprendimento della tecnologia.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.