HomeSponsoredEthereum: dati bearish che i possessori di ETH devono sapere, mentre WSM...

Ethereum: dati bearish che i possessori di ETH devono sapere, mentre WSM è decisamente bullish

SPONSORED POST*

Ethereum ha subito un calo del 2% nelle ultime 24 ore che ha portato il suo valore a circa 1.550 dollari. La situazione non è positiva, ma secondo gli analisti non sono un segnale di crollo imminente. 

Con Ethereum in calo, i trader stanno puntando su Wall Street Memes, la nuova meme coin in crescita. 

Il TVL (Total Value Locked) di Ethereum

Ethereum è la principale blockchain di livello 1 per TVL (Total Value Locked). Tuttavia, il TVL si sta sgretolando da oltre un anno e attualmente si trova a circa 37,7 miliardi di dollari

Il TVL (Total Value Locked) indica il valore totale di tutte le criptovalute coinvolte in un progetto DeFi (Finanza Decentralizzata) o blockchain. Si usa per misurare la fiducia e la partecipazione dei trader, quindi un TVL elevato indica una forte coinvolgimento degli utenti in un progetto.

Nelle fasi ribassiste di mercato non è raro che il TVL si fermi o addirittura scenda, poiché i trader tendono a non investire per evitare ulteriori perdite.

Un TVL stabile o in crescita nel mercato ribassista può risultare positivo, quindi la performance attuale di Ethereum non è necessariamente indice di un ulteriore crollo.

Le fasi ribassiste del mercato possono dare inizio a sviluppi fondamentali che possono sostenere l’andamento ciclico del TVL durante le fasi rialziste.

Le balene abbandonano Ethereum 

Le balene sono investitori che detengono quantità significative di una determinata criptovaluta. Seguire i loro movimenti può aiutare a capire il sentiment di mercato per un determinato asset e prevederne il valore.

Solitamente, quando le balene investono in una criptovaluta, il sentiment diventa rialzista, mentre un calo di interesse può indicare una imminente fase ribassista.

Nel caso di Ethereum, i dati on chain mostrano vendite di ETH significative per diversi milioni di dollari da un wallet rimasto inattivo per oltre quattro anni. Secondo Glassnode, il numero di indirizzi ha raggiunto il minimo di 5 anni con oltre 1000 ETH.

L’offerta sugli exchange, la deflazione e lo staking impediscono il crollo di ETH

Sebbene Ethereum sia in calo, ci sono diversi fattori che influiscono sull’offerta e che possono impedire un ulteriore crollo.

L’offerta sugli exchange è stata ridotta dalla deflazione di Ethereum dopo il cosiddetto Merge che ha permesso il passaggio della rete da Proof-of-Work a Proof-of-Stake. Un’offerta bassa può generare un aumento della domanda e di conseguenza, una crescita del valore di un asset.

Anche lo staking ha contribuito a una diminuzione dell’offerta, oltre a determinare probabilmente una eccessiva centralizzazione. Si è mosso lo stesso Vitalik Buterin con una proposta migliorativa in tal senso.

In generale, sebbene al momento non ci sia domanda di ETH, questi fattori potrebbero riportare la criptovaluta in crescita, a condizione che il mercato torni in fase rialzista. 

L’alternativa a Ethereum: Wall Street Memes

Wall Street Memes è una meme coin arrivata sul mercato dopo una presale di successo. Diversi analisti la considerano la prossima grande meme coin e prevedono che possa crescere esponenzialmente con il listing su Binance, proprio come è successo con PEPE.

Al momento, il token WSM è in listing su exchange importanti come OKX, HTX, Gate.io, CoinW e MEXC, sul quale sono stati aperti i contratti futures per la coppia WSMUSDT che dovrebbero contribuire a far aumentare il valore della meme coin.

Nonostante la crisi di mercato causata dalla situazione in Medio Oriente, Wall Street Memes è cresciuta del 13,31% nelle ultime 24 ore, raggiungendo un valore di 0,04378 dollari. Questo dimostra il notevole interesse degli investitori per la nuova criptovaluta.

La possibilità di mettere in stake il WSM e ottenere un APY del 42% è un ottimo incentivo per i trader desiderosi di ottenere un reddito passivo. 

Inoltre, il token si può acquistare anche sul sito ufficiale tramite ETH, USDT o carta di credito, cosa che lo rende accessibile anche ai trader alle prime armi.

E in effetti, lo scopo di Wall Street Memes è proprio questo: permettere ai piccoli investitori di guadagnare e opporsi alla finanza tradizionale di Wall Street.

Il team del progetto ha in cantiere diverse novità, come un progetto particolare legato a Wall Street Memes che dovrebbe attirare i trader più giovani.

*Questo articolo è stato pagato. Cryptonomist non ha scritto l’articolo né testato la piattaforma.

Massimo De Vincenti
Massimo De Vincenti
Laureato in Economics and Business presso l’Università Luiss di Roma, Massimo ha conseguito anche un Master in Amministrazione, Finanza e Controllo. Trader e analista esperto nel campo delle criptovalute e della finanza decentralizzata, è consulente tecnologico appassionato di innovazione ed evoluzione digitale, relatore anche per seminari o approfondimenti tematici nell'ambito fintech e crypto.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS