HomeSponsoredSATS (Ordinals) sale del 140% grazie al listing su Binance: i primi...

SATS (Ordinals) sale del 140% grazie al listing su Binance: i primi 20 detentori controllano $150,8 milioni

SPONSORED POST*

Grazie alla notizia del listing su Binance, l’exchange più importante al mondo, SATS (Ordinals) ha registrato un aumento del 140% in poche ore. Secondo la piattaforma di analisi crypto Lookonchain, i primi 20 detentori di SATS ora controllano l’incredibile cifra di $150,8 milioni, ovvero il 15,90% dell’offerta totale.

Secondo i dati on-chain, inoltre, sei di questi hanno accumulato circa 78,57 milioni di SATS, equivalenti a 35,5 milioni di dollari. L’attuale prezzo di mercato di SATS è pari a $ 0,0000004842, in diminuzione oggi dell’8%, ma che registra un incremento del 150% nei sette giorni.

Il listing su Binance è ciò su cui punta WSM, token nativo di Wall Street Memes, per esplodere; intanto, nonostante il sell-off del mercato, la prevendita di Meme Kombat, un’altra meme coin del settore GameFi, prosegue bene e raggiunge $2,9 milioni

Binance annuncia il listing di SATS

Dopo che Binance ha annunciato il listing di BRC- 20 Sab (1000 SATS), il token è schizzato verso l’alto. Le coppie di trading spot per 1000SATS sono state rese disponibili il 12 dicembre 2023 alle 12:00 (UTC), con coppie di trading tra cui 1000SATS/USDT, 1000SATS/FDUSD e 1000SATS/TRY.

Secondo la piattaforma di analisi crypto Lookonchain, i primi 20 detentori di SATS in questo momento hanno il controllo di ben $150,8 milioni, ovvero il 15,90% dell’offerta totale. Inoltre, sei di questi hanno accumulato circa 78,57 milioni di SATS, equivalenti a 35,5 milioni di dollari. 

Agli utenti viene concessa la possibilità di iniziare a depositare 1000SATS in preparazione al trading: le opzioni di prelievo sono state aperte oggi 13 dicembre 2023 alle 12:00. (UTC). La commissione di listing per 1000SATS è stata fissata a 0 BNB. 

Binance ha anche rivelato che 1000SATS sarà introdotto come nuovo asset mutuabile nell’Isolated Margin, entro 48 ore dal 12 dicembre 2023. La nuova coppia di margini dispone di 1000 SATS/USDT.

C’è stato inoltre il chiarimento che 1000SATS corrispondono a 1.000 volte il valore di SATS, per cui se un utente deposita 1.100 SATS su Binance, la piattaforma lo rappresenterà automaticamente come 1.1 1000SATS. 

SATS, un token BRC-20 sviluppato da anonimi, rende omaggio a Satoshi, creatore di Bitcoin (BTC): un satoshi equivale a 0,00000001 BTC. Oggi SATS vale $0,0000004842, in diminuzione dell’8%, ma registra sempre un incremento del 150% nei sette giorni.

Vista la volatilità del mercato, tuttavia, è bene considerare che investire in un token è sempre rischioso, per cui è bene tenerne d’occhio l’andamento prima di muoversi. Come SATS, ci sono delle meme coin che puntano a Binance: WSM vuole raggiungere questo traguardo per esplodere. Anche la prevendita di Meme Kombat prosegue e supera $2,9 milioni.

Wall Street Memes punta al listing su Binance

Il progetto Wall Street Memes è stato un successo annunciato, vista l’ampia base di utenti sulla quale ha potuto contare, oltre 1 milione sui vari canali social. Per questa ragione ha quasi toccato $30 milioni in prevendita e si è assicurato subito il listing di WSM su CEX-tier 1, come OKX.

Il progetto è però molto ambizioso e infatti ha intenzione di raggiungere Binance, l’exchange più importante al mondo, allo scopo di esplodere. Per far crescere l’interesse nei suoi confronti, il team ha introdotto i meccanismi di staking e burning, allo scopo di fidelizzare gli utenti e far salire il valore del token nel tempo.

Il team ha anche creato un alone di mistero attorno a un prodotto pronto a uscire, che si è poi rivelato essere il Casinò su Telegram, che consente di  accedere a giochi esclusivi e a videogames ispirati al mondo dei meme ed è fruibile grazie al token WSM e ad altre crypto.

Per incentivare l’iscrizione, il progetto offre un bonus del 200% sul primo deposito, fino a $25.000. Inoltre KuCoin ha introdotto di recente i futures perpetui, che consentono di fare trading di WSM con una leva finanziaria di 20x.

Tutte queste novità non fanno altro che incrementare la partecipazione all’ecosistema di Wall Street Memes e possono portare il token al listing su Binance, con la sua probabile esplosione.

Meme Kombat permette di guadagnare con le scommesse e lo stake-to-earn

Anche se nate al solo scopo ludico, le meme coin si sono spesso dimostrate un buon modo per guadagnare: basti pensare a Dogecoin che, seppure priva di utilità, occupa un posto di rilievo nella classifica generale delle criptovalute.

Il nuovo progetto Meme Kombat appartiene a un settore in evoluzione, quello del GameFi, che si stima potrebbe superare $150 milioni nei prossimi anni: infatti permette ai suoi investitori di guadagnare con le scommesse su eventi virtuali, creati grazie all’uso dell’intelligenza artificiale, ovvero battaglie tra i personaggi delle meme coin.

Ogni utente può scommettere con tre diverse modalità sul risultato degli eventi oppure può decidere di sfruttare un altro metodo per guadagnare, lo stake-to-earn, il blocco dei token MK, che può contare su un APY attuale del 291%.

In più, chi partecipa alla prevendita, che ora ha superato $2,9 milioni e che vede un MK al costo attuale di $0,235, vedrà i suoi token messi in stake automatico, così da guadagnare da subito un’entrata passiva. 

Meme Kombat, come ogni meme coin che si rispetti, vuole una solida community di utenti, e per fare questi impronta la sua roadmap alle collaborazioni con gli influencer e al continuo aggiornamento del gameplay; sono previste anche con le stagioni 1 e 2 e il miglioramento delle funzioni di gioco.

Per quanto concerne la fornitura totale di MK, il 50% è destinato in prevendita, un altro 30% è invece dedicato allo staking e alle ricompense per le battaglie, un 10% a fornire liquidità sui DEX e un altro 10% ai premi per la comunità.

Viste le caratteristiche del progetto e la doppia possibilità di guadagno offerta, che rende MK un’utility token, gli esperti si aspettano che, con il listing, ci siano belle sorprese da parte di Meme Kombat.

*Questo articolo è stato pagato. Cryptonomist non ha scritto l’articolo né testato la piattaforma.

Massimo De Vincenti
Massimo De Vincenti
Laureato in Economics and Business presso l’Università Luiss di Roma, Massimo ha conseguito anche un Master in Amministrazione, Finanza e Controllo. Trader e analista esperto nel campo delle criptovalute e della finanza decentralizzata, è consulente tecnologico appassionato di innovazione ed evoluzione digitale, relatore anche per seminari o approfondimenti tematici nell'ambito fintech e crypto.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS