HomeSponsoredCrypto che esploderanno nel 2024: BTCETF e BTCMTX sono le migliori alternative...

Crypto che esploderanno nel 2024: BTCETF e BTCMTX sono le migliori alternative a Bitcoin

SPONSORED POST*

Il mese di dicembre è stato positivo per il Bitcoin. La criptovaluta ha registrato un aumento del 17%, superando i 44.000 dollari nella giornata dell’8 dicembre. In seguito, il valore del Bitcoin è sceso, attestandosi sui 42.000 dollari.

Attualmente, il BTC vale circa 42.669 dollari, un valore raggiunto dopo un lieve calo dell’1%, registrato nelle ultime 24 ore.

Secondo gli analisti, la crescita del Bitcoin va attribuita all’avvicinarsi del verdetto della SEC sugli ETF Spot Bitcoin. Nel corso del 2023, l’entusiasmo per gli ETF Spot hanno portato il BTC a crescere, generando un sentiment positivo dei trader nei confronti della famosa criptovaluta.

Con un comunicato del 5 dicembre, la SEC ha rinviato il verdetto al 25 gennaio 2024. In caso di approvazione, il Bitcoin potrebbe crescere ulteriormente. Secondo alcuni analisti, la criptovaluta può superare i 60.000 dollari nel 2024.

Inoltre, l’halving previsto per la prossima primavera potrebbe dare un’ulteriore spinta al valore dell’asset, in quanto l’evento diminuirà le ricompense per il mining, riducendo l’offerta di BTC sul mercato.

Le previsioni più ottimistiche, vedono il valore del Bitcoin arrivare fino a 100.000 dollari, grazie alla combinazione tra gli ETF Spot e l’halving.

Inoltre, la crescita del Bitcoin nel 2024 potrebbe giovare anche alle altcoin e a nuovi progetti in presale, il cui lancio è previsto proprio l’anno prossimo.

Tra le presale più interessanti troviamo due criptovalute derivate del Bitcoin, ovvero Bitcoin ETF token e Bitcoin Minetrix. Specifichiamo che nonostante il nome, i due progetti non sono legati al Bitcoin, in quanto i token nativi sono basati sulla rete Ethereum.

Bitcoin ETF Token: un token celebrativo del BTC

Bitcoin ETF intende sfruttare la futura crescita del Bitcoin e gli ETF Spot, tramite il burning progressivo del token nativo BTCETF.

Sebbene il token non abbia alcuna utilità, il team prevede che possa aumentare di valore, spinto sia dal Bitcoin, sia dalla riduzione dell’offerta provocata dal burning, diviso in milestone.

Dell’offerta totale di 2.100.000.000 BTCETF, ne verrà bruciato il 25% attraverso le seguenti cinque milestone:

  • Bitcoin ETF raggiunge un volume di trading di 100 milioni di dollari
  • Gli ETF Spot Bitcoin negli Stati Uniti vengono approvati
  • Viene lanciato il primo ETF Spot su Bitcoin negli Stati Uniti
  • Gli ETF Spot Bitcoin raggiungono di 1 miliardo di dollari
  • Il Bitcoin supera un valore di 100.000 dollari

Ogni milestone prevede il burning del 5% dei token e una riduzione dell’1% della tassa sulle vendite che partirà dal 5%.

Sebbene il successo di questo token sia basato su delle previsioni, la sua presale ha raccolto più di 4,1 milioni di dollari, con il token BTCETF venduto a 0,0068 dollari. 

Per comprare il BTCETF occorre collegare il proprio wallet al sito ufficiale e utilizzare ETH, USDT o carta di credito. I token acquistati in presale verranno messi in stake, con un APY attuale del 68%.

Bitcoin Minetrix: un’innovativa piattaforma di cloud mining

Se Bitcoin ETF punta sugli ETF Spot, il progetto Bitcoin Minetrix si pone l’obiettivo di rivoluzionare il cloud mining, tramite lo staking del token nativo BTCMTX.

I servizi di cloud mining solitamente propongono contratti vincolanti agli utenti, poco convenienti data la volatilità del mercato delle criptovalute. 

Su Bitcoin Minetrix sarà possibile partecipare al mining del Bitcoin attraverso il burning di token ERC-20 non scambiabili, ottenibili mettendo in stake il BTCMTX.

Bruciando i token ERC-20, sarà possibile generare hashrate sulla piattaforma Bitcoin Minetrix e ricevere ricompense in BTC.

I titolari del BTCMTX ne avranno la piena proprietà e potranno decidere liberamente di vendere, mettere in stake e prelevare i loro token, senza l’intervento di terze parti. 

In questo modo, potranno anche scegliere quanto hashrate uitilizzare per il cloud mining, in modo da avere maggiori possibilità di estrarre Bitcoin.

Al momento, la presale di Bitcoin Minetrix ha raccolto più di 5,3 milioni di dollari, con il token BTCMTX venduto a 0,0122 dollari. Il team prevede di raggiungere i 15 milioni di dollari, in modo da avere i fondi necessari per allestire la piattaforma di cloud mining.

I BTCMTX acquistati in presale verranno messi in stake genereranno ricompense passive con un APY del 114%.

*Questo articolo è stato pagato. Cryptonomist non ha scritto l’articolo né testato la piattaforma.

Massimo De Vincenti
Massimo De Vincenti
Laureato in Economics and Business presso l’Università Luiss di Roma, Massimo ha conseguito anche un Master in Amministrazione, Finanza e Controllo. Trader e analista esperto nel campo delle criptovalute e della finanza decentralizzata, è consulente tecnologico appassionato di innovazione ed evoluzione digitale, relatore anche per seminari o approfondimenti tematici nell'ambito fintech e crypto.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS