HomeSponsoredNon solo Bitcoin ed Ethereum: boom anche per le crypto web 3...

Non solo Bitcoin ed Ethereum: boom anche per le crypto web 3 e IA come Chainlink, Injective e Arweave

SPONSORED POST*

Il mercato delle criptovalute è in netto rialzo, con BTC sopra $62.000, Ethereum sopra i $3.500 e a seguire le altre altcoin. Le previsioni per Bitcoin sono sempre migliori e questo è importante perché l’asset principale è determinante per il successo del settore in generale.

Ma ci sono anche crypto web 3 e IA che stanno andando incontro a un grande rialzo: Chainlink è scambiato oggi a $20,21, in rialzo del 4,68% nelle 24 ore; Injective è in crescita del 10,91% nell’ultimo giorno e Arweave di oltre il 25%.

Tra i nuovi token che integrano l’AI, spicca Scotty the AI, una meme coin che vuole garantire sicurezza nel settore, sfruttando l’intelligenza artificiale per individuare frodi e progetti nei quali conviene investire.

Chainlink in rialzo: perché?

La principale motivazione per la quale LINK è riuscito a salire oltre $20, è stata la notizia che  Ark e 21Shares volessero integrare Chainlink per rendere pubbliche le riserve dei loro ETF spot su Bitcoin. 

Ark Invest e 21Shares, che integreranno la piattaforma Proof of Reserve di Chainlink, hanno affermato di aver compiuto un passo in avanti verso una maggiore trasparenza. 

Chainlink, che ha partnership con alcune delle più grandi società finanziarie tradizionali del mondo come Swift, sta quasi monopolizzando lo spazio DeFi con i suoi feed di prezzo. Inoltre LINK sta adottando misure per supportare una carenza di offerta con il suo pool di staking (e inoltre aumentando l’utilità dei token) per far salire il suo prezzo.

Injective sale del 10,91% nelle 24 ore

L’ecosistema di Injective si distingue nel settore della DeFi come un potenziale punto di svolta, offrendo caratteristiche e funzionalità uniche che potrebbero avere un impatto significativo sul futuro del settore.

Si tratta di un exchange decentralizzato (DEX) costruito sulla Inter-Blockchain Communication (IBC) che, a differenza dei DEX tradizionali che si basano su market maker automatizzati (AMM), utilizza un sistema CLOB (limit order book) centrale. 

Ciò abilita funzionalità come il trading a margine, i contratti perpetui e il trading spot, simili a quelli che si trovano negli exchange centralizzati (CEX), ma con i vantaggi aggiuntivi della decentralizzazione.

Inoltre sulla sua piattaforma sono in fase di realizzazione diverse dApp, che ne miglioreranno ulteriormente l’utilità. Tutte queste caratteristiche contribuiscono a dare una spinta al prezzo di INJ, oggi a +10,91% e scambiato a $43,35.

Arweave sale di oltre il 25% in un giorno

Il prezzo di Arweave è aumentato di oltre il 40% lo scorso 28 febbraio, dall’apertura giornaliera di 19 dollari a un massimo di 27 dollari, come continuazione di un trend rialzista iniziato il 3 febbraio, quando AR veniva scambiato ad un minimo di 7,80 dollari.

Oggi AR registra oltre il 25% in più nelle 24 ore, scambiato a $29,32.

L’incredibile aumento dei prezzi in meno di 30 giorni del token è dovuto a diversi fattori: Arweave è una blockchain che abilita l’intelligenza artificiale e che, di recente, ha elaborato oltre 3,2 miliardi di transazioni, attirando l’attenzione degli investitori.

La recente impennata di AR potrebbe essere dovuta al lancio di Arweave AO, un nuovo progetto volto a migliorare in modo significativo la scalabilità e le capacità computazionali del protocollo.

Secondo gli analisti, se il trend rialzista dovesse consolidarsi, il prezzo di Arweave potrebbe raggiungere i 40 dollari.

Scotty the AI: arriva la nuova meme coin che fonde blockchain e intelligenza artificiale

Nel panorama positivo delle criptovalute, spicca il nuovo progetto di meme coin Scotty the AI, che utilizza l’intelligenza artificiale e la tecnologia blockchain per migliorare la sicurezza e l’integrità del settore.

Il progetto si presenta come in grado di analizzare dati complessi su blockchain e di individuare pattern utilizzando l’AI. Il punto di forza di Scotty the AI, come di gran parte delle meme coin di successo, è il mettere al centro la community: basti pensare che il team ha rinunciato alla proprietà dello smart contract a questo scopo. 

Elementi che danno utilità al progetto sono vari: lo Scotty Swap, un tool che permette ai detentori di SCOTTY, il token nativo del progetto, e a tutti i membri dell’ecosistema di accedere a tutti gli strumenti per lo swap dei token nativi. 

C’è poi la Scotty Chat, ovvero una piattaforma attraverso la quale è possibile fare domande relative alle crypto e alla blockchain e che si basa su un chatbot.

Infine, a dare maggiore utilità c’è anche lo staking, con un APY attuale del 120%. Altri vantaggi dati da Scotty the AI sono la fornitura totale fissa a 1.234.567.890 token, fattore che ne garantisce la scarsità, che potrebbe portare a un aumento del valore di SCOTTY.

Il 30% dell’offerta è destinato alla prevendita in corso che al momento vede SCOTTY a $0,0063. Il restante 70% dell’offerta è ripartito invece tra le spese di sviluppo, lo staking, e il marketing, oltre ai listing su CEX e DEX exchange.

Il team non riserva per sé una quota dei token, per cui SCOTTY sarà dedicato al 100% alla community. La roadmap è suddivisa in tre fasi e prevede di raggiungere obiettivi come il lancio delle campagne di marketing, i listing e, nella finale, il lancio dei vari tool.

Per partecipare alla presale sarà necessario scaricare un wallet crypto compatibile con la prevendita di Scotty the AI, come MetaMask, Best Wallet e Wallet Connect. Si potranno poi scambiare ETH o USDT con i token desiderati o ancora si potrà usare una carta bancaria. 

Chi lo vuole, può sfruttare da subito il meccanismo di staking, optando per il tasto “Buy and stake”al posto del classico “Buy”. Viste le premesse e il settore delle crypto aI in crescita, le prospettive per SCOTTY sono più che valide nel momento del listing.

*Questo articolo è stato pagato. Cryptonomist non ha scritto l’articolo né testato la piattaforma.

Massimo De Vincenti
Massimo De Vincenti
Laureato in Economics and Business presso l’Università Luiss di Roma, Massimo ha conseguito anche un Master in Amministrazione, Finanza e Controllo. Trader e analista esperto nel campo delle criptovalute e della finanza decentralizzata, è consulente tecnologico appassionato di innovazione ed evoluzione digitale, relatore anche per seminari o approfondimenti tematici nell'ambito fintech e crypto.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS

GoldBrick