HomeBranded ContentSeccati dai rallentamenti, gli investitori di SOL tornano ad investire in ETH...

Seccati dai rallentamenti, gli investitori di SOL tornano ad investire in ETH e nelle sue meme coin

SPONSORED POST* 

Oggi Solana è la quinta più grande criptovaluta e il quarto token non stablecoin più grande per capitalizzazione di mercato, con una valutazione di circa 77 miliardi di dollari. L’obiettivo è raggiungere rapidamente Ethereum. 

Solana è il killer di Ethereum che gli investitori di criptovalute stavano cercando?

Un anno fa Solana era la decima criptovaluta per capitalizzazione di mercato, con un valore di 7,7 miliardi di dollari. Dopo l’halving di BTC nel maggio 2020, Solana era appena stata lanciata a marzo e non era nemmeno tra le prime 1.000 criptovalute.

Nel frattempo, Ethereum è cresciuto da una capitalizzazione di mercato di 217 miliardi di dollari nel maggio 2023 a 371 miliardi di dollari, con un aumento del prezzo del 71% nell’arco di 12 mesi. Gli investitori in altcoin DeFi (finanza decentralizzata) vogliono riuscire a dare una risposta a questa domanda:

Solana alla fine riuscirà a ribaltare Ethereum come sta per fare con BNB Coin (token Binance) per la seconda volta quest’anno?

È del tutto possibile, ma Ethereum ha ancora un vantaggio di 300 miliardi di dollari su Solana e quantità di potenziale non sfruttato che aspettano solo di essere sbloccate quando i giganti aziendali nei settori finanziario, legale e assicurativo inizieranno a prenderlo sul serio e a utilizzare la sua tecnologia per effettuare operazioni di finanza decentralizzata sulla blockchain.

Ma per quanto riguarda la concorrenza tra Ethereum e Solana, c’è ancora la questione del throughput più elevato di Solana, della velocità di transazione più rapida e delle commissioni più basse.

Le fee su Ethereum non sono sicuramente economiche. Gli investitori di criptovalute a cui piacciono i nuovi progetti hanno accumulato token di prevendita come Kai Cat Coin ($KAI) prima che le commissioni dell’ETH tornino dai minimi storici.

Solana è migliore di Ethereum?

In un recente test di velocità condotto da CoinGecko, Solana si è classificata come la più veloce tra le blockchain di criptovaluta, gestendo oltre 1.000 transazioni al secondo (tps). Ethereum è stato più veloce di Bitcoin (10 tps), ma molto più lento di Solana, con 22 (tps).

Per fare un confronto, Visa afferma di essere in grado di gestire 65.000 transazioni al secondo.

Secondo CoinGecko, Solana ha un massimo teorico per eguagliare quello di Visa di 65.000 al secondo: “Nonostante sia classificata come la blockchain più veloce, Solana ha ancora raggiunto solo l’1,6% della sua velocità massima teorica di 65.000 TPS.”

Quindi Solana è migliore di Ethereum?

Le commissioni di Ethereum non sono basse. Ecco perché chi è a caccia di progetti dal grande potenziale fanno le loro ricerche su quali meme sono di tendenza (come PopCat nel primo trimestre) per giustificare il pagamento delle commissioni più elevate della rete Ether e assicurarsi che la loro prossima altcoin sia vincente come Kai Cat.

Solana vs Ethereum: uno scontro nel lungo periodo 

“Ethereum ha alcuni dei più forti fattori di domanda persistente nel settore delle criptovalute e conserva vantaggi nella sua tabella di marcia in termini di scalabilità” (Coinbase, 14 maggio).

Alle velocità registrate da CoinGecko, Solana può gestire 91 milioni di transazioni in un giorno e Ethereum può gestirne 1,9 milioni in un giorno. Ma non è necessariamente la rete più veloce con il throughput più elevato a fornire il massimo valore nel settore Web3.

Bitcoin è tra i più lenti e nessuna altcoin è riuscita a raggiungerlo o addirittura ad avvicinarsi. Il tempo di attesa e le commissioni per spostare denaro sulla rete BTC costituiscono una parte importante del suo fascino.

I partecipanti non bloccano il denaro in quella chain senza aspettarsi di lasciarlo lì e fanno staking invece di spenderlo. Nel regno online in cui abbondanza e velocità crescono a dismisura, sono la scarsità digitale e l’illiquidità della moneta a renderla una risorsa Internet così preziosa.

Ethereum ha più o meno le stesse caratteristiche, ma ha un elemento bonus piuttosto importante: i suoi token possono essere personalizzati e chiunque può utilizzare la rete per emettere token con qualsiasi caratteristica e vantaggio possa immaginare.

L’importo più alto per partecipare è una caratteristica che attrae attori grandi e ricchi nella finanza decentralizzata e in ogni settore che Web3 può servire, come il diritto decentralizzato e le assicurazioni. A loro piace il fatto che sia più costoso usare Ethereum perché capiscono che tutto ciò rende la rete più sicura. 

Nel frattempo, gli acquirenti di token in prevendita possono sfruttare i vantaggi della sicurezza di Ethereum. Gli investitori possono anche mettere in staking token per pescare nello Staking Pond di KAI Coin, in modo che KAI manterrà il suo valore sul mercato quando verrà negoziata.

Rimani aggiornato sui social di KAI: X | Telegram

*Questo articolo è stato pagato. Cryptonomist non ha scritto l’articolo né testato la piattaforma.

Massimo De Vincenti
Massimo De Vincenti
Laureato in Economics and Business presso l’Università Luiss di Roma, Massimo ha conseguito anche un Master in Amministrazione, Finanza e Controllo. Trader e analista esperto nel campo delle criptovalute e della finanza decentralizzata, è consulente tecnologico appassionato di innovazione ed evoluzione digitale, relatore anche per seminari o approfondimenti tematici nell'ambito fintech e crypto.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS

GoldBrick