Synthetix

La piattaforma Synthetix creata su Ethereum consente la creazione di Synth, ERC20 token definiti asset sintetici on-chain che tracciano il valore degli asset nel mondo reale. Si tratta di attività come valute fiat (sUSD, sAUD, sKRW, ecc.), materie prime come l’oro (sXAU), nonché attività più complesse come gli indici azionari.

I Synth permettono di detenere l’attività sottostante senza effettivamente custodirla, traendone i relativi vantaggi. Inoltre, con Synthetix l’utilizzo della pool collateral condivisa permette agli utenti di convertire i diversi asset sintetici on-chain senza la necessità di una controparte, pagando solo il gas e la tariffa della rete Synthetix.

Synthetix è l’evoluzione del progetto della stablecoin Havven (HAV) di cui sul white paper si fa ancora riferimento. Il token nativo di Synthetix è lo Synthetix Network Token (SNX). 

I titolari di SNX possono bloccare in uno smart contract un quantitativo di SNX come garanzia, coniando i Synth. Il sistema per potersi supportare, emetterà Synth solo per parte del valore degli SNX bloccati. 

In generale, il whitepaper spiega che i Synth sono supportati da una percentuale di collaterale pari al 750%, anche se in futuro questa soglia potrebbe variare in aumento o in diminuzione.