WBTC

WBTC, che sta per Wrapped Bitcoin (BTC), è il primo token sviluppato sul protocollo ERC20 che è legato con un tasso 1:1 al valore del Bitcoin. 

E’ stato appositamente creato con l’idea di aggiungere l’utilizzo del Bitcoin all’interno delle già esistenti organizzazioni, che stanno ad oggi operando nell’ambito della finanza decentralizzata e che avevano, in un certo senso, lasciato in disparte il tanto amato Bitcoin. 

Da una visione distaccata dal sistema si può evincere che i “fanatici” del Bitcoin, in un certo senso, erano rimasti fuori dal nuovo “gioco” che pian piano stava diventando mainstream e al quale loro non potevano partecipare.

Il problema principale che andava ad intaccare l’affezionata community di Bitcoin era che, queste cosiddette DAO (Decentralized Autonomous Organization), si erano e continuano a svilupparsi tutte sulla Blockchain di Ethereum. Il motivo è semplicemente legato ad una maggior prestazione delle applicazioni decentralizzate, che vengono sviluppate attraverso gli smart contract della rete Ethereum, grande peculiarità del protocollo. 

In questo modo è ora possibile utilizzare la crypto Bitcoin all’interno della blockchain di Ethereum, non solo unendo la sua potenza con la flessibilità di un token ERC20, ma portando così una maggiore liquidità nell’ecosistema delle Dapps (Decentralized Applications). Questo processo di trasformazione è reso valido grazie all’esecuzione di smart contract, che “impacchettano” i BTC in input convertendoli in WBTC.