banner
Come l’IoT rivoluziona il Content Marketing
Come l’IoT rivoluziona il Content Marketing

Come l’IoT rivoluziona il Content Marketing

By Trajche Petrov - 26 Dic 2019

Chevron down

L’Internet delle Cose o IoT (Internet of Things) ha avuto un profondo impatto su vari settori tra cui il content marketing. Si prevede che la spesa globale per l’Internet delle cose raggiungerà i $6.000 miliardi entro il 2020, grazie al fatto che i settori manifatturieri, dei servizi pubblici, dei trasporti e della logistica saranno i primi ad adottare l’internet delle cose. 

È evidente che l’IoT si sta rivelando uno dei principali elementi perturbatori per le aziende. Un esempio notevole è il modo in cui le imprese stanno cambiando il modo in cui promuovono se stesse, in particolare attraverso il content marketing. Grazie alla capacità di comunicare i messaggi con il minimo intervento umano, l’internet degli oggetti ha avuto un impatto notevole sul sistema di distribuzione dei contenuti, accelerando gli enormi volumi di dati e aumentando la dipendenza dai dati. 

L’internet degli oggetti porta una serie di opportunità di contenuti per i marketer, portando i contenuti al di là dei post sui blog e dei social media. Ma questo non è tutto. Esaminiamo altri ambiti del Content Marketing che saranno influenzati in modo significativo dall’Internet degli oggetti. 

  1. Il comportamento di ricerca dell’utente cambierà le dinamiche del Content Marketing

Da quando Siri e Google Assistant si sono fatti strada verso il mainstream, il comportamento di ricerca si è trasformato notevolmente. Gli studi confermano una stima secondo cui la ricerca vocale condivide il 20% di tutte le ricerche. Questa tendenza non sembra destinata a diminuire, anzi, si prevede che si supererà il 50% entro la fine del 2020. 

A quanto pare, se i vostri contenuti non soddisfano i nuovi interessi dei ricercatori, è probabile che la vostra strategia di content marketing si riveli inadeguata. 

La ricerca vocale è differente rispetto ai paradigmi di ricerca convenzionali. Non sono solo più lunghe, ma tendono a incorporare elementi di linguaggio naturale. Per esempio, ecco come si presenterebbero le ricerche di un utente che cerca un ristorante nelle vicinanze:

Ricerca convenzionale: Migliori ristoranti a New York

Ricerca vocale: Hey Siri, riesci a trovarmi i migliori ristoranti di New York?

È evidente che occorre rinnovare la strategia di content marketing e le tattiche SEO. È importante concentrarsi su parole chiave a coda lunga e sulle domande. Scegliete un linguaggio comunemente usato dagli esseri umani. Create una parte FAQ nella vostra strategia di content marketing. Conoscere il proprio pubblico è utile per comprendere le loro esigenze e incorporare la loro area di interesse per creare contenuti convincenti. 

  1. I contenuti troveranno nuovi modi per raggiungere il pubblico target

Con una tale enfasi sul content marketing oggi, c’è letteralmente una giungla di contenuti là fuori. L’internet degli oggetti non ha solo cambiato il comportamento di ricerca, ma anche il modo in cui i lettori consumano queste informazioni ampiamente disponibili. 

Spesso considerato un gioco somma zero, il content marketing è molto di più. Ci si aspetta che i dispositivi collegati introducano una serie di nuove opportunità per il consumo di contenuti, dalle piccole finestre multitasking a una grande porzione di tempo precedentemente non disponibile. 

Un esempio classico è il modo in cui le ricette sono ora accessibili agli appassionati di cucina, ogni volta che vogliono, con gli elettrodomestici da cucina collegati a Internet. 

Le automobili collegate a Internet sono già un modo per trasformare lunghi tragitti in periodi prolungati di contenuti coinvolgenti. La piattaforma estenderà l’esperienza mediatica ai veicoli, permettendo di integrare librerie di contenuti, abbonamenti in streaming e social network in ogni viaggio. 

  1. I contenuti aumenteranno la realtà

Il mercato dell’AR  (Realtà Aumentata) dovrebbe salire a 11,8 miliardi di dollari quest’anno e si prevede che supererà i 60 miliardi di dollari entro il 2023. Giganti come IKEA e Google stanno già sfruttando il potenziale dell’AR per offrire agli utenti un’esperienza sofisticata attraverso gli smartphone. 

In combinazione con i dispositivi collegati, l’AR sta cambiando i paradigmi di distribuzione dei contenuti. I parabrezza smart visualizzano indicazioni e dettagli sui paesaggi circostanti. Questa combinazione permette di sovrapporre alla vita reale ogni tipo di informazione, come spiegazioni, video, prezzi, indirizzi, commenti sui social media, valutazioni, ecc. 

Pertanto, attraverso una adeguata mappatura e una buona esperienza utente, il contenuto non sarà più isolato ma integrato nel mondo che ci circonda. Questo crea nuove possibilità per i content marketer di fare brainstorming e di proporre idee innovative per la distribuzione dei loro contenuti. 

  1. Il targeting contestuale è essenziale

Per quanto riguarda le attuali dinamiche del content marketing, è molto facile per le persone sfogliare i contenuti delle pagine web o delle applicazioni mobili. Tuttavia, con i contenuti forniti tramite oggetti smart come le tende e le visiere dei caschi, la tolleranza delle persone verso questi contenuti irrilevanti diminuirà notevolmente. E ciò rende più importante che mai un buon targeting contestuale. 

Il contenuto adatto presentato al pubblico giusto nel momento opportuno e nel luogo adeguato sarà l’aspetto più prezioso delle strategie di content marketing. La combinazione di tutti gli ingredienti in un unico contenuto di valore sarà molto efficace nell’era futura. Ad ogni modo, occorre sapere che qualora uno degli elementi vada storto, i clienti non saranno altrettanto tolleranti. A questo scopo, le aziende dovranno implementare canali più sofisticati per la raccolta e l’utilizzo dei dati. 

  1. Competenza dei dati

Grazie alle grandi quantità di dati disponibili su Internet, i dettagli sui vostri consumatori di contenuti e sul loro comportamento sono a portata di mano. Tuttavia, ciò che distinguerà il vostro marchio dalla concorrenza è il modo in cui darete un senso a questi dati. Sarà importante per i content marketer estrarre i dati, elaborarli e analizzarli, e interpretarli per creare una copia dei contenuti che i consumatori stanno cercando di scoprire. Man mano che l’analisi diventa fondamentale, ai marketer sarà richiesto di migliorare le proprie capacità e di collaborare con gli analisti dei dati per fornire informazioni rilevanti. 

  1. Un nuovo modo di sperimentare i contenuti

Il marketing esperienziale non è una novità. Da tempo i marchi promuovono il loro lavoro attraverso l’esperienza, anziché un messaggio di marketing tradizionale. Questo permette ai consumatori di connettersi con il contenuto piuttosto che limitarsi a leggerlo. I content marketer che sono rimasti indietro, hanno bisogno di unirsi al potere del marketing esperienziale per capire come questo possa aiutarli a scoprire nuovi tipi di coinvolgimento.

Il momento giusto è ora

L’adozione dell’internet degli oggetti sta accelerando alla velocità della luce. Se non avete ancora sfruttato l’IoT per cogliere le migliori opportunità di business, è giunto il momento di iniziare il brainstorming su come integrare l’IoT nelle vostre risorse esistenti. Con i paradigmi del content marketing che cambiano radicalmente, i content marketer dovranno creare contenuti più intelligenti, flessibili e personalizzati. 

La creazione di contenuti sarà in gran parte guidata da un’enorme quantità di dati e, se utilizzata in modo efficace, creerà opportunità uniche. Nonostante l’Internet degli oggetti e il content marketing siano ancora agli esordi, l’alba degli inizi è già arrivata. Restate aggiornati per ulteriori approfondimenti e per i prossimi cambiamenti che si verificheranno nel corso degli anni.

Ti interessa saperne di più su questo argomento o vuoi migliorare il tuo SEO? Contattaci per una consulenza o un preventivo gratuito.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.