Your Blockchain Digital Marketing Agency

Marketing e Coronavirus: come aumentare le vendite online

In questo particolare momento in cui il mondo offline sembra essersi fermato per colpa del Coronavirus, quello online pare abbia quadruplicato la velocità, e stiamo così assistendo all’evoluzione forzata e rapidissima di molte imprese; il marketing online diventa quindi ancora più fondamentale.

Il marketing digitale è l’atto di promozione e vendita di prodotti e servizi sfruttando tattiche di marketing online come il social media marketing, il marketing di contenuto e l’email marketing.

Se non conosci il marketing digitale è fondamentale che tu inizi a capirlo ora ed anche velocemente.

Per certi versi il marketing digitale non è diverso dal marketing tradizionale.

In entrambi, le aziende cercano di sviluppare relazioni con potenziali clienti e clienti.

Ora, per esempio, pensa all’ultimo importante acquisto che hai fatto.

Forse hai acquistato una casa oppure hai cercato qualcuno per riparare il tetto o cambiato fornitore di carta nel tuo ufficio.

Indipendentemente da ciò che era, probabilmente hai iniziato cercando in Internet per saperne di più e trovare le migliori opzioni per le tue esigenze.

La tua decisione di acquisto definitiva è stata quindi basata sulle recensioni che hai letto, sugli amici e sulla famiglia con cui ti sei consultato e sulle soluzioni, funzionalità e prezzi ricercati.

Oggi, la maggior parte delle decisioni di acquisto iniziano (e finiscono) online.

Stando così le cose, una presenza online è assolutamente necessaria, indipendentemente da ciò che vendi.

Marketing e Coronavirus: il momento di usare strategia online

Avere una forte presenza digitale ti aiuterà in diversi modi:

  • Renderà più semplice creare consapevolezza e coinvolgimento sia prima che dopo la vendita.
  • Sarà possibile convertire nuovi acquirenti in fan fedeli che acquistano di più (e più spesso).
  • Godrai di tutti i vantaggi del passaparola e della condivisione sui social media.

Attenzione però: la scena del marketing digitale è in continua evoluzione e quindi non basta trovare una via che pare funzioni per star tranquilli. I cambiamenti sono quotidiani.

Guru, podcast e blogger dichiarano che uno strumento o una tattica sono buoni per una settimana e sono morti la settimana seguente. ​​

La verità è che oggi il marketing digitale riguarda meno il digitale e più il marketing soprattutto perché il marketing digitale ha raggiunto la maggiore età.

I suoi fondamenti sono già stati stabiliti.

In iBooster, il nostro obiettivo è eliminare la confusione sulle tattiche da utilizzare e che funzionano per il tuo business e strutturarle per far crescere la tua attività.

Siamo contrari ai cosiddetti guru che promuovono la prossima “bacchetta magica” che, secondo quanto riferito, ucciderà l’email marketing, la pubblicità digitale o l’ottimizzazione dei motori di ricerca.

A noi piace partire dai fondamentali.

Le discipline fondamentali del marketing digitale sono importanti per la crescita del tuo business oggi, domani e negli anni a venire.

Comprenderne il funzionamento permette di capire le evoluzioni che verranno.

La prima delle discipline fondamentali è la Customer Journey.

La Customer Journey costruisce strategicamente, nel tempo, il rapporto con i nuovi potenziali clienti e li converte in clienti fedeli e acquirenti ripetitivi.

Questo processo è ciò che passa ogni utente del web prima di diventare un nuovo cliente. È così che gli estranei diventano acquirenti e, infine, diventano i primi fan della tua attività.

Sembra semplice detto così, ma la dura verità è che il marketing non è un processo che avviene in una sola fase.

Il compito del marketing è quello di spostare i clienti e le prospettive di acquisto, continuamente e senza interruzioni verso il tuo business.

Ti interessa saperne di più su questo argomento? Clicca qui per una consulenza o un preventivo gratuito.

Federico Viganò Co-founder e CMO dell'azienda iBooster, che si occupa di fornire servizi di marketing a progetti in ambito blockchain e fintech. Inoltre, Federico è anche il COO di Luxochain.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *