La sfida, lanciata da DigitalSwitzerland, è stata raccolta da IBM e Proxeus, quest’ultima un’azienda che si occupa di integrare soluzioni basate su blockchain all’interno di processi aziendali già esistenti.

L’obiettivo è quello di completare l’intera registrazione legale di una nuova azienda, dall’inizio alla fine, in sole 3 ore.

Solitamente questo processo in Svizzera richiede da 4 a 6 settimane, mentre il nuovo processo conta di ridurre drasticamente queste tempistiche utilizzando flussi di lavoro digitalizzati e smart contract.

Sul sito ufficiale di DigitalSwitzerland, si legge:

“Entro aprile 2018 ‘incorporazione di società in Svizzera sarà un processo digitale, ed entro aprile 2019 il ciclo di vita delle aziende sarà rappresentato digitalmente“.

Su 138 Paesi, il World Economic Forum ha classificato la Svizzera al 56° posto per il numero di giorni necessari per avviare un’impresa.

La causa di questa lentezza sarebbe dovuta principalmente ai numerosi soggetti coinvolti, dalle banche agli avvocati, passando per il registro delle imprese: lo scambio di documenti cartacei tra queste parti rallenta il processo che potrebbe essere velocizzato di molto qualora venisse completamente digitalizzato.

La soluzione proposta da Proxeus e IBM prevede la digitalizzazione dell’intero processo di incorporazione utilizzando la tecnologia blockchain, aumentando significativamente la velocità e l’efficienza del processo, e garantendo la massima sicurezza tra mittente e destinatario dei documenti.

Proxeus ha già collaborato in passato con il Canton Zugo.

Philippe JA Kaiser, di Kaiser Odermatt & Partner, Diego Benz, di Zwicky Windlin & Partner e Rahel Merenda, partner di Grunder Rechtsanwälte, hanno dichiarato:

“Dal nostro punto di vista di notai svizzeri, il processo accelera la registrazione come da un carrello ad un razzo, faciliterà la stesura di documenti legali e consoliderà le varie parti nel modo più efficace”.

Antoine Verdon, co-fondatore di Proxeus, afferma:

“Il sistema esistente era lento e inefficiente. Abbiamo proposto una soluzione che ci ha permesso di accelerare radicalmente il processo di registrazione creando una traccia parallela su blockchain, pur continuando a produrre tutti i documenti necessari per documentare e incorporare formalmente l’azienda”.