Read the article in English language here.

Ieri, PewDiePie, lo youtuber più famoso al mondo con oltre 60 milioni di iscritti al canale e 10 miliardi di visualizzazioni ha pubblicato un video in cui presenta SgamePro.

SgamePro è una nuova token sale in partenza sulla piattaforma ICO Engine di Eidoo.

Si tratta di un’app per mobile per giocare e guadagnare al tempo stesso, mentre utilizzi i tuoi videogame preferiti. Infatti la piattaforma prevede che mentre giochi diventi anche un miner di token SGM.

Ovviamente non è un vero e proprio mining, perché i token sono pre-minati.

In realtà è una distribuzione di token regolata dal tempo di gioco, dalle vittorie e dalle ads visualizzate.

Una prima versione alpha della app è stata lanciata nel 2017 raggiungendo oltre 50’000 download, nonostante non vi fosse alcuna campagna di marketing.

Già qualche mese fa PewDiePie e la compagna Marzia, anche lei una  youtuber di successo, avevano pubblicato un altro video dedicato a SgamePro mostrando le funzionalità della app.

PewDiePie, infatti, non è solo un influencer che svolgerà un ruolo di testimonial per realizzare alcuni video, ma sarà parte attiva del team di SgamePro in qualità di partner.

Nel video PewDiePie presenta anche il prossimo evento dove conoscere i membri del team di Sgame, di cui fa parte anche una ex Iena, il CEO Gip Cutrino.

In una passata intervista con Cryptonomist, Cutrino ha spiegato:

Sgame Pro vuole diventare il primo aggregatore di una community nel mobile gaming che permette ai giocatori di “minare” dei token semplicemente giocando. Il modello verrà in seguito replicato anche nel mondo consolle. Va sottolineato che il mondo dei giochi mobile è molto cambiato negli ultimi cinque anni, passando da una formula a pagamento alla formula, ora vincente, del freemium. Come Sgame riteniamo che il vero valore di un’applicazione sia dato dal numero degli utenti che la utilizzano. Per questo il passo in avanti che vogliamo fare è quello di premiare i giocatori condividendo con loro parte delle revenue generate appunto mentre giocano”