Il Venezuela è uno degli Stati in cui, a causa dei seri problemi della valuta locale, le criptovalute si stanno diffondendo sempre di più come metodo di pagamento.

Read this article in the English version here.

Ne è dimostrazione il nuovo record assoluto di scambi effettuati su LocalBitcoins tra bolivar venezuelani e bitcoin.

Il record non riguarda solo il maggior numero di bolivar (VES) scambiati, ma anche il maggior numero di BTC.

Nella settimana tra il 22 ed il 28 settembre 2018, infatti, sono stati più di 620 milioni i VES scambiati con bitcoin in Venezuela e, nella settimana successiva, iniziata il 29 e non ancora terminata, sono già oltre 640 milioni.

Ovviamente questo dato è fortemente influenzato dall’iperinflazione del bolivar, che ne fa diminuire molto velocemente il valore.

Pertanto, il dato più significativo non è quello dei VES scambiati, ma quello dei BTC.

Anche in questo caso le ultime due settimane hanno fatto segnare un record storico assoluto, con quasi 900 BTC scambiati nella settimana tra il 22 ed il 28 settembre (quasi 6 milioni di dollari americani), che saranno probabilmente superati da quelli scambiati nella settimana successiva, visto che pur non essendo ancora terminata conta già quasi 880 BTC.

Si tratta dei massimi picchi della storia degli scambi di bitcoin in Venezuela su LocalBitcoins, superando anche i precedenti picchi di aprile 2017, quando bitcoin valeva poco più di 1.100 dollari.

E’ un incremento notevole di acquisti di BTC in cambio di valuta locale, proprio come se i venezuelani stessero tentando di sbarazzarsi dei bolivar e di accumulare invece bitcoin.

Da tenere presente che anche in altri Paesi si stanno verificando picchi simili, o comunque volumi di scambio vicini ai massimi storici.

Innanzitutto in Argentina, dove sempre a causa dell’inflazione il volume dei pesos scambiati in bitcoin è ai picchi massimi di sempre, ma anche in India e Iran i volumi di valuta locale scambiata in bitcoin sono decisamente vicini ai picchi massimi.

Senza contare la Russia, che è il principale mercato di scambio di BTC su LocalBitcoins, e che continua a far registrare volumi sostenuti, di poco inferiore al miliardo di rubli scambiati a settimana in bitcoin (corrispondenti a poco più di 2.000 BTC a settimana, ovvero più di 13 milioni di dollari).

In altre parole, sembra proprio che più una moneta sia in sofferenza, a causa di inflazione o svalutazione, più venga scambiata in bitcoin.