Il Delta Summit di Malta che si è tenuto lo scorso 5 e 6 ottobre a St Julian, con oltre 3500 aziende del settore partecipanti, si avvia ad essere uno dei maggiori summit mondiali nel settore blockchain e criptovalute, ed ha visto la partecipazione diretta di Changpeng Zhao, CEO del grande exchange Binance.

Read this article in the English version here.

CZ ha elogiato, in un discorso sugli effetti della DLT, l’apertura mentale dei governanti di Malta: ”Questo è un Paese in cui il governo capisce veramente la tecnologia blockchain”.

Per questo Zhao ha invitato anche altre aziende ad approfittare dell’ambiente amico degli imprenditori dell’isola mediterranea, dove il suo exchange si è trasferito nella prima metà del 2018.

Binance ha anche cercato il “lato buono della blockchain”, migliorandone l’impatto dal punto di vista morale.

Helen Hai, leader della Blockchain Charity Foundation (BCF), una fondazione infatti nata su iniziativa dell’exchange, ha diretto una tavola rotonda su come la DLT possa avere un impatto positivo dal punto di vista sociale, affermando:

Quando parli di blockchain per il bene sociale, non è solo una questione tecnica, ma anche di modalità di interazione con il mondo tradizionale. Un fattore importante per la leadership. In questo momento abbiamo bisogno che i leader del settore guidino la tecnologia verso le giuste applicazioni”.

Il Delta Summit è stata la prima conferenza ufficiale tenuta a Malta su questi temi ed ha puntato a promuovere una discussione globale sull’utilizzo della blockchain, mettendo in luce gli sforzi legislativi del governo maltese per abbracciare la nuova tecnologia e creare un ambiente adeguato dal punto di vista giuridico per le nuove aziende, in modo da poter diventare un hub mondiale per questo settore, con il supporto diretto del presidente di Malta, Marie Louise Coleiro Preca.

Oltre a lei, al summit hanno parlato il Presidente di Wikipedia e di Bitcoin.com. Prossimo appuntamento a Ginevra per il Blockchain for Sustainable Development Forum, il 24 ottobre.