A partire da oggi, 13 Novembre 2018, il Nasa Visitor Center, il Great Lakes Science Center, accetta bitcoin tramite un’app mobile di proprietà del museo.

Read this article in the English version here.

Siamo nel Cleveland, Ohio, ed è proprio qui che oggi avverrà la grande svolta di supporto per la crescita dell’ecosistema blockchain locale.

Il CEO del Great Lakes Science Center, Kirsten Ellenbogen afferma:

“C’è molta eccitazione intorno alla conferenza. Accettare il bitcoin è solo una piccola parte dello slancio per far crescere un ecosistema blockchain nel Cleveland.”

Ellenbogen continua:

“L’anno scorso abbiamo lanciato la nostra app mobile che utilizza realtà avanzata e virtuale per consentire agli ospiti di sperimentare le fiamme nello spazio e testare i progetti di veicoli spaziali che rientrano nell’atmosfera terrestre quando visitano il Glenn Visitor Center della NASA, e ora saranno in grado di utilizzare il loro telefono per pagare la loro entrata usando Bitcoin.”

Secondo quanto riportato, la casa della NASA Glenn Visitor Center non è il primo museo che negli USA offre l’alternativa digitale come metodo di pagamento.

Ci sono stati altri due casi in precedenza. Il Museum of the Coastal Bend nel Texas ed il St. Petersburg Museum of History in Florida, entrambi accettano BTC da tempo.

Non solo, sembra che l’integrazione crypto da parte del Great Lakes Science Center sia anche stata ispirata all’iniziativa dell’orologiaio di lusso svizzero Hublot  che per il compleanno decennale di Bitcoin aveva messo in vendita un’edizione limitata di 210 orologi acquistabili in BTC.

La notizia che anche questi colossi artistici e scientifici, insieme ai piccoli e medi negozi e commercianti che anche solo provino ad integrare i BTC come modalità di pagamento, azione tralaltro senza impegno e senza costo, è per l’intera comunità Blockchain di immenso supporto.