Asus, celebre azienda che produce computer e altri hardware, ieri ha annunciato di aver sottoscritto una partnership con Quantumcloud per consentire il mining di criptovalute con le sue schede grafiche.  

Read this article in the English version here.

Quantumcloud è una startup con una soluzione software che consente ai giocatori di utilizzare la potenza di calcolo non utilizzata delle loro schede grafiche per estrarre criptovalute e ricevere i pagamenti tramite PayPal o WeChat.  

Il software utilizza le GPU dei giocatori per mettere a disposizione potenza di calcolo aggiuntiva al cloud mining di Quantumcloud, riconoscendo ai proprietari delle schede una percentuale basata sulla quantità di potenza fornita.

Asus immette sul mercato molte schede grafiche di fascia alta ogni anno ed ha pertanto una vasta base di utenti che possono potenzialmente guadagnare installando il software di Quantumcloud.

Questo software si dice sia molto facile da usare e protegge i dati dei clienti tenendoli al sicuro. Ad esempio, è conforme al GDPR e non richiede ai clienti di creare un accesso univoco. Il back-end del software inoltre integra la gestione del portafoglio digitale, il mix di criptovalute da minare, le conversioni in valuta fiat ed i trasferimenti di denaro.

Quantumcloud non garantisce però che gli utenti del suo software realizzeranno guadagni o  profitti, e gli utenti stessi devono tenere in debita considerazione anche i costi di utilizzo delle apparecchiature, in particolare l’elettricità.

La società sottolinea anche che i guadagni variano in base alla performance delle criptovalute sul mercato, e non possono essere garantiti o influenzati in alcun modo da Quantumcloud.