Line Corporation, società del settore tecnologico, ha pubblicato un interessante report in relazione all’andamento del fintech e alla sua accessibilità.

Read this article in the English version here.

La ricerca si è concentrata sull’area dell’estremo oriente, del sud est asiatico ed una parte del mondo occidentale, mentre l’oggetto si è concentrato sul trade-off  fra interesse e reale conoscenza del settore fintech e dei moderni mezzi di pagamento cashless.

La ricerca ha avuto come campione di riferimento 5000 proprietari di smartphone in sette mercati fra cui: Tailandia, Giappone, Taiwan, Indonesia, Corea del Sud, USA e Regno Unito.

Il campione è stato definito considerando le realtà più interessate allo sviluppo del fintech.

In questi mercati il 64% degli interpellati ha affermato che il fintech ha semplificato la gestione delle loro risorse finanziarie, ed in generale la fiducia in queste tecnologie è piuttosto elevata, dato che il 63% degli intervistati ha affermato di credere negli strumenti che usa, mentre un altro 30% mostra un atteggiamento ambivalente.

La fiducia è maggiore nei giovani rispetto alle persone mature, con solo il 55% degli ultra 55enni che ha fiducia negli strumenti moderni, cifra da comparare con il 69% del 28-34enni.

La conoscenza è molto più bassa, con una media del 44% che afferma di considerarsi informata in questo settore, percentuale che sale al 52% se si considerano gli under 34.

Tra i servizi più desiderabili da utilizzare sullo smartphone ci sono  conti di risparmio (65%), i bonifici bancari (57%), i conti correnti (48%), le assicurazioni (65%) e le assicurazioni di viaggio (58%).

Se consideriamo invece la distribuzione spaziale appare come gli utenti del sud est asiatico: Tailandia, Taiwan e Indonesia, siano molto più pronti ad entrare nel settore fintech, con il 57% dei tailandesi che si dice eccitato dall’entrare in una società senza contanti, seguiti da Indonesia al 56% e Taiwan al 52%. La Corea del Sud segue al 45%.

Questi mercati risultano anche più pronti all’acquisto di prodotti finanziari online su smartphone.

Se la percentuale media è pari al 65%, in Tailandia questa si eleva al 83%, in Indonesia al 77% e al 75% in Corea del Sud.

 

I paesi occidentali ed il Giappone appaiono invece molto più conservatori, con solo il 24% dei Giapponesi che è pronto a lasciare il contante, seguito dal 20% degli americani e dal 19% degli inglesi.  

Soprattutto i giapponesi appaiono molto conservatori sul tema dei pagamenti cashless.

Ciò rende molto importante il ruolo di Line, che sta cercando di rendere i pagamenti tramite fintech più semplici ed istantanei, offrendo soluzioni per i pagamenti tramite la propria applicazione oltre che soluzioni assicurative al riguardo.