SEBA Crypto AG ha annunciato il suo nuovo Consiglio di amministrazione, avendo come obiettivo quello di diventare una delle prime banche crypto al mondo con regolare licenza FINMA.

Read this article in the English version here.

Il nuovo Consiglio di amministrazione è formato da:

  • Andreas Amschwand, Presidente, banchiere che ha giocato un ruolo fondamentale nella trasformazione del mercato FX mondiale e recentemente è stato membro del consiglio di Julius Bär Group;
  • Reto Kunz, banchiere esperto specializzato nel controllo del rischio;
  • Sébastien Mérillat, co-fondatore di SEBA Crypto AG, imprenditore ed investitore di lunga data;
  • Guy Schwarzenbach, investitore globale con competenze nel campo della crittografia e dei modelli di business strategici;
  • Urs Zulauf, specialista di regolamentazione con una carriera presso la FINMA e presso le Università di Cornell e di Ginevra.

SEBA ha già raccolto privatamente 100 milioni di franchi per avviare il suo progetto ambizioso di ridefinire la finanza della nuova economia con la creazione di un gateway che faciliterà lo spostamento regolamentato e controllato delle risorse tra i mercati tradizionali e quelli delle criptovalute.

La società è in contatto con la FINMA per ottenere una licenza di operatore bancario e di valori mobiliari in Svizzera che, se concessa, consentirebbe a SEBA di offrire una gamma completa di servizi bancari a clienti istituzionali, aziendali e individuali.

Inoltre, ha recentemente annunciato una partnership con Loomis per costruire il cold storage più sicuro al mondo per gli asset digitali, e sta lavorando con smartTrade Technologies ad una piattaforma di scambio di asset tradizionali e crypto.

Il Presidente Andreas Amschwand ha commentato:

“SEBA è impegnata nello sviluppo della crescita sostenibile, stabile e regolamentata delle crypto come asset class. I miei colleghi consiglieri e io siamo molto entusiasti di lavorare con Guido Bühler e il team esecutivo di SEBA, che è un amalgama di esperti in sicurezza, regolamentazione, rischio e tecnologia. Insieme intendiamo costruire il ponte tra i tradizionali mercati finanziari e la nuova economia digitale”.