Stasis ha oggi annunciato la scelta del proprio partner per l’auditing delle riserve in euro della sua stable coin EURS. Per farlo, è stata selezionata la società BDO Malta, specializzata nell’audit finanziario ed assicurativo.

Read this article in the English version here.

BDO Malta effettuerà un controllo trimestrale delle riserve in valuta fiat. Al processo di audit si accompagneranno delle verifiche settimanali sul livello delle riserve, ottenendo quindi un livello di certezza mai raggiunto prima nel settore delle valute virtuali.

Con l’apertura a questa collaborazione i livelli di verifica di Stasis diventano quattro:

  • Giornaliero sui depositi, effettuato da Stasis;
  • Settimanale sui depositi, compiuto da BDO;
  • Trimestrale completa, compiuta da BDO,
  • Annuale, basata sulla contabilità eseguita secondo gli standard internazionali.

Stasis EURS è una stable coin a parità totale: per ogni EURS emesso viene depositato un euro. Appare quindi essenziale la certificazione delle monete fiat depositate e la loro completa corrispondenza alle valute virtuali, senza la creazione di una riserva frazionaria che sia al di fuori delle previsioni del whitepaper.

Gregory Klumov CEO di Stasis, ha affermato:

“Come parte della nostra missione di rendere il mercato delle criptovalute sicuro ed accessibile agli investitori istituzionali, comprendiamo l’importanza delle riduzione del numero delle controparti ad ogni stadio del processo”.

BDO è stata definita una delle cinque migliori società dedicate a questo tipo di auditing, per cui la sua partecipazione è vista come essenziale dal team di Stasis per il successo del progetto.

Con 27 milioni capitalizzati finora, Stasis EURS è il progetto di stable coin collegata all’euro più popolare, anche se ancora molto lontana dalle altre stable legate al dollaro US, come USDCoin, True USD, Tether e Paxos.