Un report della Diar informa che il mese di dicembre ha visto un forte aumento nei prelievi e vendite di token Ethereum da parte delle ICO, con un’accelerazione della loro vendita sul mercato.

Read this article in the English version here.

Fino a novembre la situazione era la seguente:

Nei soli primi 20 giorni di dicembre l’andamento è stato invece il seguente:

Nei soli primi 20 giorni di dicembre sono stati venduti 398 mila ETH, pari a circa l’11% totale di quanto detenuto ad inizio mese, ed ora il tesoretto in mano alla ICO si è ridotto a poco più di tre milioni.

Si tratta del maggior calo in termini relativi ed assoluti a partire dal mese di gennaio 2018.  Per fare una comparazione, a gennaio era stato venduto solo il 5% del tesoretto ICO per un totale di poco più di 232 mila token.  

Il possesso di token ETH, quindi, si riduce progressivamente, ma questo è anche un segno che le ICO non sono solo delle banche di deposito.

In valori assoluti, si parla di circa  38-40 milioni di dollari spesi nella realizzazione, si spera, dei progetti per i quali sono stati raccolti.

Dicembre è anche il mese in cui pesano di più una serie di costi quali le gratifiche natalizie ed i premi di fine esercizio.

Questo andamento può avere due significati: quello positivo per cui si va verso la realizzazione dei progetti ICO e quello negativo che, invece, vede un progressivo depauperamento del tesoretto accumulato.