Dopo i rialzi dei giorni scorsi, i prezzi tornano a scendere sgonfiando parte della corsa che ha caratterizzato la scorsa settimana. Tra le migliori performance continua a farsi notare Waves, il cui prezzo oggi sale oltre l’1,3%, come si legge su Coinmarketcap.

Read this article in the English version here.

Fonte: https://it.tradingview.com/symbols/WAVESUSD/

Dopo essersi distinta le scorse settimane per aver mantenuto un trend rialzista in netta controtendenza con tutto il resto del settore, oggi Waves infatti torna a far parlare di sé, forse motivo che ha fatto salire il prezzo del token. Nelle ultime ore il team di sviluppo della piattaforma Waves ha annunciato il rilascio di Waves explorer 2.0 entro la fine dell’anno.

Il block explorer di Waves avrà un’interfaccia più chiara ed intuitiva facilitando l’utilizzo anche agli utenti meno esperti, permettendo di tracciare qualsiasi rete o nodo. L’implementazione delle librerie del codice permetterà l’aumento di velocità di caricamento delle pagine e componenti della piattaforma.

A parte Waves, i prezzi rimangono seduti sulla slitta di Babbo Natale, senza più il traino delle renne che, dopo aver trainato i prezzi, sciolgono le briglie riportando una generalizzata debolezza a tutto il settore.

Scorrendo la lista di giornata delle prime 100 capitalizzate su Coinmarketcap, si alternano i colori verdi e rossi, con prevalenza dei primi. Bitcoin Diamond (BCD), in 37a posizione su Coinmarketcap, scivola oltre l’1% dai livelli di ieri pomeriggio.

Gli altri saldi negativi non superano il punto percentuale, evidenziando una giornata poco mossa e un’ulteriore conferma arriva dal volume degli scambi giornalieri, ai livelli più bassi dell’ultimo mese.

La capitalizzazione totale arretra verso i 125 miliardi di dollari, dopo aver sfiorato i 150 miliardi alla Vigilia di Natale. Perde terreno anche la dominance delle prime tre in classifica: Bitcoin scende a ridosso del 52%, Ripple a 11,7% ed Ethereum al 10,3%.

Fonte: https://it.tradingview.com/symbols/BTCUSD/

Bitcoin (BTC)

Dopo aver sfiorato i 4400 dollari alla Vigilia di Natale, chiudendo la migliore settimana dallo scorso aprile, le prevalenza dei profitti ha respinto i prezzi sotto i 3900 dollari, rivedendo i livelli di giovedì scorso, 20 dicembre.

Tecnicamente si sta configurando una figura di inversione di Testa&Spalle rialzista su base mensile. Essendo una figura tecnica di particolare rilevanza e che attira molto le attenzioni dei molti trader, non è esclusa una prosecuzione della debolezza anche nelle prossime ore.

Solamente sotto i 3700 dollari il quadro tecnico inizierebbe a preoccupare.

Fonte: https://it.tradingview.com/symbols/ETHUSD/

Ethereum (ETH)

Dopo il rally dei giorni scorsi che ha fatto raddoppiare il valore di Ethereum passando da 83 a 163 dollari in meno di 10 giorni, i prezzi registrano un fisiologico ritracciamento che al momento, però, non intacca la struttura rialzista.

Il saldo settimanale rimane positivo con un guadagno superiore al 12%. La debolezza può concedersi ulteriori discese sino area 120 dollari. Solamente un ritorno sotto i 110 dollari inizierebbe a compromettere il rialzo partito con il minimo del 15 dicembre. Il ritorno sopra i 165 dollari aprirebbe spazio per tornare a testare la resistenza dei 200 dollari.

Previous articleMorgan Stanley, multa da 10 milioni per l’AML. Una riflessione su crypto e KYC
Next articlePubblicato l’elenco degli esperti blockchain del MiSE
Federico Izzi
Analista finanziario e #trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Da maggio 2017 è ufficialmente analista tecnico di BigBit. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di #criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul #Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo