Quali sono le nazioni che più usano bitcoin?

Non è una valutazione facile perché dovrebbe essere fatta in base alla popolazione, al background legale ed alla sua diffusione ambientale.

Read this article in the English version here.

Per questo motivo, questa valutazione delle 10 nazioni che usano maggiormente bitcoin prende come riferimento i dati di Localbitcoins sulla diffusione degli ATM nella nazione, anche tramite Coinatmradar e Coinmap, e sull’accettazione giuridica della valuta nel Paese preso in esame.

Ci sono paesi dove BTC è solo tollerato, ma in cui lo scambio peer to peer è molto diffuso per problemi di carattere ambientale, tra cui alta inflazione, ed altri, in cui, anche se l’accettazione da un punto di vista giuridico è più ampia, bitcoin non viene molto usato perché gli strumenti finanziari ordinari sono più diffusi.

Un esempio è il Venezuela che non compare nella lista perché, pur avendo una posizione rilevante in Localbitcoins, non fornisce dati chiari sull’accettazione nei negozi, specialmente in merito a bitcoin (in Venezuela la crypto più utilizzata sarebbe Dash).

Ecco la lista delle nazioni che usano bitcoin

10) Sud Africa

Qui BTC è legale e quindi non ci sarebbero problemi di accettazione. Il Paese è decimo nella classifica degli scambi su Localbitcoins ed ha 5 ATM registrati per criptovalute ed esiste una lista discreta di business che accettano bitcoin come pagamento.

9) Brasile

Rappresenta il 22° Paese al mondo per scambi in Localbitcoins, ma ha un discreto numero di negozi ed altre attività che accettano le criptovalute come pagamento, fra cui anche due società di trasporto. Allo stato attuale, però, risultano solo due ATM in criptovalute. Anche in Brasile bitcoin è legale come metodo di pagamento.

8) Russia

Qui avvengono il 16% delle transazioni di Localbitcoins mondiali e conta 48 ATM di valute virtuali. Esistono negozi e ristoranti che accettano bitcoin come pagamento, anche se ancora in numero limitato. BTC è legale, ma non diffuso in un Paese dove la moneta elettronica ordinaria è molto diffusa.

7) Svezia

Si tratta di un Paese dove l’accettazione dei sistemi di pagamento elettronico è molto elevata, quindi il pagamento in bitcoin non è stato, di per sé, problematico. L’elenco delle attività che accettano BTC come pagamento è elevato e buono anche il numero di transazioni in Localbitcoins. Purtroppo non ci sono molti dati sugli ATM.

6) Regno Unito

Ha un numero elevato di punti vendita che accettano bitcoin e conta per l’11% della transazioni totali in Localbitcoins. La valuta virtuale è legale e considerata moneta. Ci sono ben 212 ATM di BTC nel Paese.

5) Paesi Bassi

Qui BTC è legale, ma sotto forma di commodity, non di valuta. Ciò non impedisce che vi siano 23 ATM di valuta virtuale e un buon scambio Localbitcoins. Buona l’accettazione di bitcoin a livello di negozi, tra cui grandi magazzini e negozi di elettronica.

4) Italia

 Secondo Coinmap, il 15,3% dei negozi al mondo accettanti BTC per pagamenti è in Italia. Inoltre, ci sono 39 ATM per ritirare direttamente valute virtuali ed una buona comunità di Localbitcoins.

nazioni che usano Bitcoin

Per dare un’idea, i Paesi Bassi, come negozi che accettano BTC, sono solo il 2,3% al mondo. Purtroppo una lista completa dei negozi che lo accettano è difficile da trovare, anche se si può utilizzare Quibitcoin. In Italia BTC è considerato una valuta.

3) Corea del Sud

L’utilizzo è ormai diffuso, con ATM di catene proprie e centri commerciali che accettano in modo diffuso BTC, come Goto Mall con 620 negozi, ma si tratta di un mercato piuttosto chiuso e difficile da interpretare dall’esterno.

2) Stati Uniti

Gli USA dal punto di vista commerciale hanno il maggior numero di negozi che accettano bitcoin come pagamento: il 26% del totale, secondo Coinmap. Anche come ATM il numero è molto elevato, con 2450 impianti ed è anche in testa per Localbitcoins. Negli USA, BTC è ovviamente legale e considerato moneta.

1) Giappone

Lo Stato dove BTC è più diffuso nei pagamenti, anche perché il sistema bancario lo ha integrato nei sistemi di pagamento elettronico. I negozi si contano ormai nell’ordine delle decine di migliaia e Nomura valuta che oltre 1 milione di giapponesi possieda bitcoin, che ormai è entrato nella vita comune. Bitcoin è legale e considerato valuta.

In totale, secondo Coinmap, ci sono oltre 14mila negozi che accettano bitcoin al mondo.