L’artista francese Pascal Boyart ha lanciato una vera e propria caccia al tesoro in bitcoin con un murales da lui dipinto a Parigi.

Read this article in the English version here.

Si tratta, per l’appunto, di un murales che contiene un puzzle nascosto che consente, decifrandolo, di accedere al wallet 1NqPwPp7hEXZ3Atj77Ue11xAEMmXqAXwrQ su cui sono stati depositati 0,26 BTC, pari a poco più di mille dollari.

Per l’artista è un modo per festeggiare i dieci anni del Genesis Block.

Pertanto, chi riuscirà a decifrare il puzzle contenuto del murales dovrebbe essere in grado di accedere a quel wallet e prelevare i BTC, ad esempio, inviandoli ad un proprio wallet.

In questo modo, il vincitore si andrà ad aggiudicare circa mille dollari.

Boyart, però, non ha rivelato la posizione del suo murales, costringendo le persone a doversi recare fisicamente a Parigi per cercarlo in modo da poter iniziare la caccia al tesoro.

Il premio è stato messo a disposizione da Alistair Milne, imprenditore e Bitcoin evangelist, che ha anche invitato, chi volesse, a donare altri BTC al medesimo indirizzo.

L’immagine dipinta nel murales è ripresa dall’iconica opera di Eugène Delacroix Liberty Leading the People che celebra la rivoluzione francese.

Nel caso del murales di Boyart, invece, la Libertà guida un gruppo di manifestanti dei cosiddetti Gilet Gialli, con in mano la bandiera francese, indicando probabilmente il primo indizio di una caccia al tesoro.

Il movimento dei Gilet Gialli non è nuovo ad avere rapporti con Bitcoin: a dicembre uno dei manifestanti aveva scritto “Buy Bitcoin” sul retro del proprio gilet e la foto è stata ripresa da diverse persone su Twitter.