Li Ka-Shing, imprenditore cino-canadese al 23° posto nella lista degli uomini più ricchi del mondo con un patrimonio stimato in oltre 37 miliardi di dollari, ha pubblicamente dichiarato di appoggiare Bakkt, la società che vuole creare un ecosistema regolato per l’investimento nelle criptovalute.

Read this article in the English version here.

ll sostegno è anche tradotto nella partecipazione del suo fondo, Horizons Venture, alla prima fase della raccolta finanziaria di Bakkt, raccolta che ha portato 180 milioni di dollari di capitale, con la partecipazione di altri investitori quali M12, CMT Digital, Pantera Capital, Goldfinch Partners, Eagle Seven, Protocol Ventures, Galaxy Digital, Boston Consulting Group, PayU.

Cos’è Bakkt

Bakkt è una iniziativa controllata da ICE, Intercontinental Exchange, la stessa società che controlla sia i mercati dei futures nel Nord America ed a Londra sia il NYSE.

bakkt li ka shing

Per Li Ka-Shing e per Horizons Capital non è la prima avventura nel mondo della blockchain o delle valute virtuali. La VC ha anche investito in BitPay negli USA, ma anche al UMPay in Cina, società dell’ambito fintech che si occupa dello sviluppo dei servizi finanziari e che è direttamente coinvolta nell’applicazione della tecnologia blockchain. Tra le altre iniziative famose a cui partecipa Horizon ci anche sono Spotify e Facebook.

Terminato il round per la raccolta dei finanziamenti, Bakkt svelerà nei prossimi giorni gli obiettivi operativi per il 2019.

Attualmente il team di sviluppo di Bakkt sta lavorando a stretto contatto con la CFTC, l’ente di controllo per il mercato USA dei derivati, per la definizione del protocollo del primo prodotto finanziario del genere su bitcoin, operazione che necessita però la definizione di una serie di elementi operativi rilevanti quali il deposito autorizzato e le modalità di consegna fisica.

I derivati rappresentativi di merci o di beni sono strettamente regolati sia nelle modalità di scambio sia in quelle di esecuzione, ma Bakkt si attende per l’inizio 2019 l’approvazione del proprio prodotto finanziario.