La banca centrale svedese RiksBank ha recentemente allertato gli utenti sulle false informazioni e truffe sulla crypto di Stato e-krona, affermando che il progetto non è ancora concluso.

Read this article in the English version here.

In una rassegna stampa pubblicata sul sito ufficiale di Riksbank afferma che su alcuni siti web e tra i social network stiano circolando scam riguardanti l’e-krona.

“Su determinati siti Web e nei social media, è stato affermato che è possibile acquistare e-kronas. La Riksbank è stata anche contattata da persone che descrivono come sono state chiamate da società che rivendicano la vendita di e-kronas per conto della Riksbank”.

Riksbank, oltre all’annuncio sulla truffa in atto, invita gli utenti che si imbattono in queste offerte d’acquisto di e-krona di segnalarlo direttamente via mail scrivendo a [email protected]

Riksbank e-krona-truffe crypto

La Svezia è una delle prime nazioni ad esaminare la possibilità di trasformare la propria moneta fisica in digitale, passando quindi da krona a e-krona, sostenendo che nel prossimo futuro si registrerà sempre più un calo dell’utilizzo delle monete e delle banconote, mentre invece il progresso sarà verso l’adozione delle monete elettroniche.

Non solo, come già rivelato, sembra che la moneta nazionale digitale svedese in oggetto non sarà un token, ma proprio una criptovaluta a tutti gli effetti con una propria blockchain o un registro distribuito.

In ogni caso, proprio in questi giorni, è stato pubblicato un caso di studio della BIS o Bank of International Settlements, in cui si afferma che sono molte le banche centrali a procedere, anche se con molta cautela, alla creazione delle valute digitali, le cosiddette CBDC (Central Bank Digital Currency).

L’indagine della BSI ha valutato i benefici ed i rischi ipotetici relativi alle CBDC, facendo il punto su come si stanno sviluppando i progressi e i piani in quest’area.

Ecco come quanto è stato dichiarato:

“Le risposte dimostrano che le banche centrali stanno procedendo con cautela e la maggior parte si trova solo in una fase concettuale con il proprio lavoro. Tuttavia, alcune si sono spostate a considerare questioni pratiche e un paio di banche centrali potrebbero emettere una moneta digitale nel breve o medio periodo.