Qtum ha rivelato di aver completato il suo primo atomic swap con Bitcoin su Mainnet.

Read this article in the English version here.

Qtum è una piattaforma basata sulla Blockchain di Bitcoin e che utilizza la Ethereum Virtual Machine per costruire app decentralizzate.

L’atomic swap è una funzionalità che consente scambi tra criptovalute diverse su blockchain separate, senza doversi affidare a terze parti.

È ormai da qualche mese che si stanno effettuando test in questo specifico ambito, ma nel caso di Qtum si tratta di uno scambio effettuato sulla Mainnet di Bitcoin.

La soluzione adottata è la cosiddetta Hash Time-Locked Contracts (HTLC) che blocca i fondi in una transazione per il tempo sufficiente ad assicurarsi che entrambe le blockchain siano in grado di confermare il trasferimento dei fondi.

Se invece la transazione non riceve conferme in tempo tutto viene restituito alle parti coinvolte.

L’esempio mostrato è uno scambio di 1,2345 QTUM con 0,005678 BTC, il cui esito può essere verificato sulle rispettive blockchain con queste transazioni:

Secondo il team che ha eseguito l’operazione, HTLC garantirebbe atomic swap cross-chain con la massima sicurezza e non richiede terze parti.

Il tempo di conferma dell’operazione però è limitato dal tempo di conferma delle transazioni su entrambe le blockchain, che ovviamente è molto più lento di quello di un exchange.

A causa di questo limite, non è immaginabile di poter utilizzare ad oggi questa specifica tecnologia all’interno di exchange decentralizzati, ma può essere sicuramente molto interessante nel caso di piattaforme OTC in cui gli scambi avvengono one-to-one direttamente tra i due soggetti coinvolti.