Dopo aver allegramente iniziato l’anno, il settore delle criptovalute va incontro alla prima battuta di arresto e l’analisi tecnica di oggi vede bitcoin rompere il valore di 3700 dollari.

Read this article in the English version here.

Il secondo fine settimana si chiude infatti con un saldo negativo, rispecchiando quello che è successo durante la settimana precedente.

Bitcoin analisi tecnica

La giornata di oggi, però, dà qualche segnale di ripresa. Tra le migliori torna Tron (TRX) che, dopo aver toccato i minimi di periodo, torna nuovamente a fare i conti con un valore di 0,025 dollari.

Tutto il resto del settore performa oggi molto bene, cercando di mettersi alle spalle i risultati negativi della settimana scorsa.

Il settore tocca il fondo di questo nuovo anno, almeno per quanto riguarda la capitalizzazione di mercato. Con i ribassi che si sono accentuati durante il weekend la capitalizzazione infatti sfonda il supporto del 120 miliardi di dollari, segnando il minimo dell’anno, tra l’altro ad un passo dai minimi del 2018 che si sono registrati a dicembre.

Unica nota positiva è che i recenti minimi non sono stati accompagnati da importanti volumi di vendita, segnale che mancano più che altro gli acquisti.

Bitcoin analisi tecnica
Grafico Bitcoin: https://it.tradingview.com/symbols/BTCUSD/

Analisi tecnica Bitcoin (BTC): oggi in rimbalzo

Dopo aver più volte testato la resistenza dei 4000 dollari senza particolare convinzione, bitcoin oggi rompe i 3700 dollari, andando addirittura a toccare i 3500 dollari che, in un’ottica mensile, è un supporto cui portare molta attenzione.

Il rimbalzo che oggi riporta la quotazione di bitcoin (BTC) sopra i 3700 dollari. È un buon segnale di ritorno di acquisti ma, per quanto riguarda l’analisi tecnica, bitcoin deve trovare conferme già a partire da domani.

Bitcoin analisi tecnica
Grafico Ethereum: https://it.tradingview.com/symbols/ETHUSD/

Analisi tecnica Ethereum (ETH)

Dopo aver superato i due scam-fork avvenuti l’11 e il 12 gennaio scorso, ETH si ritrova ora ad attendere Constantinople atteso per il 16 gennaio. Si tratta di un fork molto atteso e che potrebbe portare attenzione positiva alla seconda criptovaluta per capitalizzazione anche se, visti i recenti ribassi, combatte ancora con Ripple per difendere questa posizione.

Durante il weekend ETH ha toccato i minimi di dicembre, precisamente il supporto dei 116 dollari dove sono ritornati gli acquisti che oggi riportano gli acquisti sopra i 130 dollari.

Anche per Ethereum sono necessarie sia le conferme tecniche ma anche quelle fondamentali, a conferma che il fork venga superato con scioltezza.

Previous articleRussia: progetto di legge per la regolamentazione crypto entro due mesi
Next articleDiamanti Tiffany su blockchain? Annunciato progetto per la tracciabilità
Federico Izzi
Analista finanziario e #trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Da maggio 2017 è ufficialmente analista tecnico di BigBit. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di #criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul #Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo