Dopo aver notato il comportamento in forte ascesa di Bitcoiin della scorsa settimana, la news di Biitcoin (B2G) di oggi parla di un ribasso di circa il 20%. Sommato a quanto accaduto negli ultimi due giorni e dopo i top registrati martedì mattina, B2G crolla di valore di oltre il 60%.

Read this article in the English version here.

Un comportamento che evidenzia un’anomalia che più volte si è manifestata negli ultimi mesi del 2017 quando molto spesso il lancio di nuove ICO erano più che altro dovute a progetti scam, senza una particolare serietà da parte del team.

Il progetto Bitcoiin che in questi ultimi giorni ha visto la luce e ha destato particolare attenzione per la sua spiccata volatilità, deve continuare a tenere alta l’attenzione nel lanciarsi in particolari investimenti o comunque nella compravendita di token B2G che non hanno storie.


La giornata si muove con il segno verde. Tra le prime 30 crypto solamente tre segnano un ribasso sotto la parità. La peggiore della giornata di oggi nella top 30 è Holo (HOT), che scende di oltre 2 punti percentuali, seguita da Dogecoin (DOGE) che scende con la stessa intensità.

Tra le migliori crypto si fa notare Iota che sale e torna nuovamente sopra i 25 centesimi di dollaro, con un rialzo di oltre 5%. Tutto il resto delle crypto oscilla poco sopra la parità.

Continua ad avere maggiore attenzione bitcoin, che ondeggia e si muove sotto i livelli critici di supporto oramai violati che non destano particolari tensioni.

I volumi continuano a rimanere bassi. La giornata di oggi ha visto le ultime 24 ore con scambi dal volume di poco sopra i 5 miliardi di dollari. Il market cap risale sopra i 112 miliardi di dollari mentre rimane invariata la dominance delle prime tre sul podio.

Prosegue la scure di Coinmarketcap che taglia ulteriori token sulla sua lista che oggi scendono a quota 2.055, livelli dello scorso dicembre, a maggior conferma che molti token che non riescono più a scambiare e si ritrovano quindi ad uscire dalle quotazioni degli exchange. Una situazione che siamo sicuri proseguirà nelle prossime settimane e mesi.

Grafico bitcoin, fonte: https://it.tradingview.com/symbols/BTCUSD/

Bitcoin (BTC)

Da oltre 24 ore Bitcoin ondeggia oltre la soglia dei 3470 dollari. Nel pomeriggio di ieri c’è stato un affondo che è andato per pochi minuti a rompere i minimi relativi di fine gennaio.

Subito ripresa la quota giornaliera, da ieri sera i prezzi rimangono immobili senza particolari indicazioni. I volumi continuano a rimanere molto bassi e questo è una condizione che aumenta sempre più l’incertezza ed è soggetta a particolari movimenti speculativi come potrebbe essere accaduto ieri pomeriggio. Rimane decisiva quota 3650-3700.


Grafico Ethereum, fonte: https://it.tradingview.com/symbols/ETHUSD/

Ethereum (ETH)

Ethereum riesce a tenere, a non sfondare con particolare intensità quota 105 dollari. Come tutto il resto delle altre crypto oggi si muove in territorio positivo ma i prezzi rimangono ingabbiati in soli 5 dollari.

Da 10 giorni si registrano oscillazioni tra 103 e 110$. Una quiete che sotto alcuni aspetti non è decisamente positiva, in quanto anche qui la speculazione potrebbe aggredire e provocare movimenti e forti scossoni, alla caccia di stop-loss automatici.

Previous articleLitecoin: una collaborazione con Beam per aggiungere MimbleWimble
Next articleVitalik Buterin: “con gli smart contract non esiste motivo per cui ci siano stipendi mensili”
Federico Izzi
Analista finanziario e #trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Da maggio 2017 è ufficialmente analista tecnico di BigBit. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di #criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul #Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo