Le fee sulle transazioni di bitcoin sono diminuite, raggiungendo livelli che non si vedevano dal 2015.

Read this article in the English version here.

L’ultimo report di DIAR, infatti, mostra un’evoluzione molto interessante nel valore delle commissioni applicate alle transazioni di bitcoin e nel volume medio delle transazioni.

Mentre il numero di transazioni bitcoin complessive ha raggiunto nello scorso mese valori significativi, riportandosi ai livelli del boom di inizio 2018, le fee medie applicate sono a livelli estremamente bassi, tali da non vedersi dal 2015.

Nel frattempo, il valore mediano delle transazioni bitcoin si è abbassato a nuovi minimi, arrivando a livelli inferiori al maggio 2017.

Le cause sono intuibili. Da un lato abbiamo la grande capacità di elaborazione dei minatori, che rende poco costose le transazioni bitcoin. Dall’altro il calo del valore medio delle transazioni può essere visto come il risultato combinato di due fattori:

  • la riduzione nel valore di bitcoin, calato ad un sesto del valore di inizio 2018,
  • l’aumento del numero di transazioni, fattore che potrebbe essere il segnale di una progressiva maggiore adozione di BTC come strumento di pagamento.