Binance da oggi supporta le carte di credito per l’acquisto di Ripple (XRP), attualmente terza crypto per capitalizzazione su Coinmarketcap.

Read this article in the English version here.

Riportando il caso pubblicato da un utente, in cui spiega l’impossibilità di acquisto la notte dell’11 febbraio e la conferma, Changpeng Zhao, CEO di Binance, ha dichiarato:

“L’acquisto di XRP utilizzando una carta di credito ora funziona. Lentamente ma sicuro.”

L’annuncio di tale possibilità era stato pubblicato esattamente due settimane fa direttamente sul blog ufficiale di Binance, in onore della nuova partnership tra Binance e Simplex, una società fintech che fornisce soluzioni di elaborazione dei pagamenti con carta di credito e debito.

In concreto, dunque, dopo ben due settimane e seppur in modo lento, la conferma della possibilità di utilizzare carte di credito e debito su Binance per acquistare non solo XRP ma anche le principali crypto BTC, LTC e ETH si può dire sia a partire da oggi.

Rimanendo, comunque, sul tema XRP sembra che le news non finiscono qui.

AnalyseAsia, in un’intervista a Molly Shea, direttore generale di Global Money Transfers di Western Union, ha riportato aggiornamenti sulla situazione del colosso dei servizi di trasferimenti a livello mondiale, Western Union nei confronti di Ripple e del mondo crypto e blockchain in generale.

Shea ha affermato:

“Stiamo sperimentando alcuni test di insediamento con Ripple su alcuni circuiti, il dollaro USA e il peso messicano sono un esempio. Le opzioni che scegliamo devono essere legittime e ampiamente accettabili per l’uso da parte dei consumatori”

In sostanza, la Western Union continua a effettuare test su Ripple e secondo le dichiarazioni di Shea, la direzione per il futuro sarà una vera e propria implementazione delle crypto, dato che sembra sia essere palese che la valuta fisica “non sta andando da nessuna parte”.  Shea continua:

“Abbiamo effettuato un investimento in un gruppo di valute digitali. È un fondo che trova intuizioni leader del settore nello spazio blockchain e criptovaluta“.