Purtroppo la vicenda dell‘exchange QuadrigaCX non è ancora finita e si arricchisce di un altro problema: la scorsa settimana sono andati perduti altri 103 bitcoin (BTC).

Read this article in the English version here.

Come riportato in un documento dove si faceva il sunto delle sostanze rimaste all’exchange QuadrigaCX per rifondare i creditori, l’exchange stesso ha trasferito 103 bitcoin a dei cold wallet inaccessibili per errore ed adesso sta cercando di recuperarli.

A questo punto si è deciso di trasferire le restanti crypto in possesso dell’exchange alla compagnia di auditing e monitoring Ernst and Young in attesa di istruzioni da parte della Corte.

Il nuovo totale disponibile al momento è quello che si legge di seguito:

Inoltre, sono stati messi anche al sicuro, sempre a carico della compagnia Ernst and Young, anche tutti i dispositivi elettronici come portatili, telefoni cellulari e chiavette USB appartenenti a QuadrigaCX.

Previous articleDomino’s pizza accetta pagamenti bitcoin con Lightning Network
Next articleCFTC: la priorità del 2019 va alle criptovalute
Alfredo de Candia
Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.