Il Ministro di Giustizia russo, Alexander Konovalov, ha spiegato che il Paese per ora non è interessato a dare una definizione legale alle crypto e quindi alla regolamentazione del settore.

Read this article in the English version here.

Durante un meeting che si è tenuto di recente con i regolatori russi, Konavalov ha spiegato che è prematuro regolamentare le crypto in Russia.

Dovremmo solo guardare da vicino cosa accade”, ha detto Konavalov.

In quanto tecnologia emergente e innovativa, infatti, secondo Konavalov sarebbe potenzialmente dannoso regolamentare crypto e blockchain perché potrebbero limitarne lo sviluppo. Attualmente, comunque, le crypto sono illegali in Russia come metodo di pagamento.

“Stiamo parlando molto con ogni parte interessata. Abbiamo instaurato un dialogo e stiamo discutendo le varie strade. Aderiamo alla posizione a cui stanno lavorando le due commissioni”,ovvero la Commissione finanziaria e la Commissione per la legge civile.

Tutto sommato queste parole risuonano familiari. Non tanti giorni fa, infatti, la stessa cosa è stata spiegata dalla Crypto Mom Hester Peirce della SEC, spiegando che la regolamentazione in America prosegue lentamente per dare tempo alla tecnologia di svilupparsi autonomamente.