Afri Schoedon, uno dei principali sviluppatori della rete Ethereum, ha annunciato ieri su Twitter che non risponderà più alle richieste di contatto ricevute su Twitter, Skype, Discord, Reddit, Slack, Gitter e Wire e chiede di essere contattato solo via email, Telegram e sulle pagine Riot e Github di Parity.

Read this article in the English version here.

Il contribuito di Schoedon al codice di Ethereum ebbe inizio nel settembre del 2017 e da allora, tramite i suoi canali social, è stato subissato di critiche. Per questo ha deciso di abbandonarli quasi tutti, mantenendo aperti canali di comunicazione privata.

La goccia che avrebbe fatto traboccare il vaso sarebbero stati i commenti seguiti alle sue dichiarazioni sul confronto tra la soluzione di scaling Serenity ed il protocollo di interoperabilità Polkadot.

Qualche giorno fa, infatti, Schoedon affermò che “Polkadot offre ciò che Serenity dovrebbe essere”, scatenando molte polemiche.

Alcuni hanno preso queste dichiarazioni come un attacco mirato contro Ethereum, sostenendo che fossero anche il frutto di un “conflitto di interessi” dello sviluppatore.

Infatti, Schoedon si sta occupando del rilascio di un client software Ethereum gestito da Parity, la società che sta lavorando a Polkadot.

A tal proposito venerdì ha scritto: “Voglio chiarire che ho pubblicato questo tweet per stimolare la discussione, non per cementare una narrazione”, negando in questo modo le accuse di avere intenzione di attaccare Ethereum.

Dopodichè, Schoedon ha rimosso tutti i suoi tweet a partire da giugno 2017, ad eccezione di quelli pubblicati ieri per annunciare la sua fuga dai social network.

Il responsabile delle relazioni intracomunitarie per la Fondazione Ethereum, Hudson Jameson, ha commentato:

“Sono così arrabbiato e deluso della comunità di Ethereum. Avete estenuato uno dei nostri migliori contributori per le ragioni più stupide. Più persone avrebbero dovuto parlare in suo supporto e ci deve essere meno vetriolo”.

Il direttore delle relazioni con gli sviluppatori della Cooperativa Ethereum Classic, Yaz Khoury, ha replicato:

“Questo assalto di massa contro Afri e Parity è il risultato del tribalismo tossico che si è diffuso in questo settore da molto tempo. Ethereum è una tecnologia con molte implementazioni e visioni: Main network, Classic network, Polka Dot, e ETH 2.0. La differenziazione delle reti è potente”.