Ancora molti i rialzi a doppia cifra. Tra tutte svetta il crypto trading di EOS che, con un balzo di oltre il 25%, torna a rivedere i $3,80, livello abbandonato lo scorso metà novembre.

Read this article in the English version here.

Grafico EOS, fonte: https://it.tradingview.com/symbols/EOSUSD/

Dal giorno di San Valentino, EOS, la quinta crypto tra le più capitalizzate, mette a segno un balzo che supera il 50% facendo tornare il buonumore ai numerosi trader che rivedono movimentare gli scambi dopo oltre tre mesi di sonnolenza.

A distanza di tutto rispetto, seguono Bitcoin Cash (BCH), Cardano (ADA), Dash e, un po’ più in basso, Ontology (ONT) e Holo (HOT), che anche oggi continuano a salire di oltre il 10%. Continua a fare molto bene anche Ethereum che sfiora la doppia cifra e prezzi lanciati oltre i 150 dollari, inanellando un prepotente rialzo oltre il 30% in una manciata di giorni.

Per trovare i primi segni in rosso bisogna scorrere fino alla 32a posizione occupata da Basic Attention Token (BAT) che arretra del 2% dai valori di ieri mattina. Più in basso Ark che mantiene il freno a mano tirato (-4%) per il secondo giorno consecutivo.

Ottimo balzo dei volumi in salita di oltre il 30% su base giornaliera con scambi sopra i 26 miliardi di dollari. Bisogna ricordare che le scorse settimane alcune giornate segnarono poco più di 11 miliardi di dollari scambiati nelle 24 ore.

E’ un evidente segno del ritorno delle attenzioni da parte degli investitori che si traduce con una salita sopra i $131 miliardi della capitalizzazione totale.

Bitcoin cede quota 52% di dominance a vantaggio delle altcoin. Ethereum si riporta oltre l’11,6% ai livelli di inizio gennaio, staccandosi da XRP di oltre 2 miliardi di dollari. XRP scende a quota 10%, il punto più basso dallo scorso novembre.

Grafico bitcoin, fonte: https://it.tradingview.com/symbols/BTCUSD/

Bitcoin (BTC)

Dopo aver messo la freccia a sinistra superando la prima resistenza dinamica in area 3750 dollari, tra sabato e domenica, i prezzi entrano a contatto con la seconda trendline (linea spessa rossa sul grafico) che delimita il campo di battaglia tra Orsi e Tori di medio periodo.

Il raggiungimento dei 4000 dollari è più un segnale psicologico, in quanto la resistenza tecnica di valore si trova in area 4200 dollari. Il movimento rialzista degli ultimi dieci giorni registra un rialzo del 20%, perlopiù beneficiando dei riflessi delle altre altcoin.

Nei prossimi giorni c’è bisogno di segnali decisi attirando nuovi acquisti. Un eventuale ritorno sotto quota 3550 inizierebbe a far dubitare.

Grafico Ethereum, fonte: https://it.tradingview.com/symbols/ETHUSD/

Ethereum (ETH)

Da domenica la benzina degli acquisti ha spinto i prezzi di Ethereum ad un passo dai massimi di inizio anno in area 160 dollari. L’impostazione rialzista del trend è in linea con l’inizio del nuovo ciclo mensile.

E’ dallo scorso maggio che non si registrava un ciclo mensile con il minimo di chiusura superiore a quello di apertura, primo segnale di tenuta da confermare anche per la prossima chiusura prevista entro aprile.

Positiva sarebbe una salita sopra i 170 dollari; al contrario, preoccupante un ritorno sotto i $115.

Grafico XRP, fonte: https://it.tradingview.com/symbols/XRPUSD/

Ripple (XRP)

Nonostante le difficoltà tecniche che attanagliano i prezzi dai primi giorni di gennaio, facendo segnare un ribasso di oltre il 10% dai livelli di inizio anno, e gli attacchi incrociati sui fondamentali del progetto, i prezzi di Ripple (XRP) riescono a riportarsi sopra i $0,33, massimi relativi di fine gennaio ed area spartiacque nelle prime settimane del nuovo anno.

E’ necessaria una spinta sopra i $0,38 nei prossimi giorni per non rischiare di essere aggrediti dalla speculazione al ribasso.

Previous articleCrypto Focus, in diretta su Le Fonti Tv con Giacomo Zucco
Next articleTernio blockchain nuovo partner di Amazon AWS
Federico Izzi
Analista finanziario e #trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Da maggio 2017 è ufficialmente analista tecnico di BigBit. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di #criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul #Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo