LivenPay, startup australiana classificata tra le Top 10 dell’Extreme Tech Challenge, ha annunciato oggi l’entrata del CEO di Bitcoin.com, Roger Ver, all’interno del team con la carica ufficiale di advisor.

Read this article in the English version here.

La piattaforma LivenPay inaugurerà la propria fase ICO con la vendita pubblica dei suoi ERC20 token LVN il prossimo mercoledì 28 febbraio 2019. E, giusto tre giorni prima del lancio, è riuscita ad inserire tra gli advisor uno dei nomi più popolari e di spicco in ambito crypto.

Sono onorato di aiutare a promuovere l’adozione di massa delle crypto in Australia collaborando con LivenPay come advisor ufficiale. Quali saranno le prossime 10 app per Android con 400.000 utenti registrati e 20.000 sedi? Rimanete sintonizzati!”

Secondo quanto riportato sul blog ufficiale di LivenPay, Ver descrive così la sua collaborazione come advisor della ICO:

Il futuro delle crypto dipende da applicazioni pratiche per persone reali e Liven ne è un primo esempio. Sono entusiasta di questa opportunità di crescere con loro e dimostrare il potere delle crypto nel mondo. “

Il CEO di Liven, Grace Wong, ha inoltre affermato:

“Siamo semplicemente entusiasti del fatto che una vera star globale come Roger Ver sia entrata a far parte del nostro comitato consultivo. La convinzione di Roger in noi dimostra un’ulteriore prova che ciò che stiamo cercando di fare con Liven cambierà davvero il modo in cui il mondo si impegna nei suoi passatempi preferiti, iniziando con il pranzo fuori e questo è solo l’inizio. Rendendolo non solo più eccitante, ma anche più frequente per i nostri utenti premiandoli con una crypto che può aumentare di valore man mano che l’ecosistema cresce”.

In effetti la sfida di LivenPay è proprio quella di portare più utenti ad utilizzare la app, attraverso cui potranno scegliere location come ristoranti, caffè, bar inizialmente su città come Sydney e Melbourne.

Una volta scelta la location, gli utenti potranno poi ordinare cibo e pagare in crypto o carta sempre attraverso l’app – senza, cioè, passare dalla cassa –  ed infine, grazie all’utilizzo di LivenPay, l’utente potrà ricevere un incentivo o guadagno in LVN, il token del progetto che sul sito stesso viene definito come la valuta digitale universale per il pranzo.