Il nuovo hard fork di Ethereum è previsto al blocco 7,280,000 e, come data, si ipotizza il 28 febbraio ma potrebbe variare a seconda della velocità di creazione dei nuovi blocchi.

Read this article in the English version here.

Una data da ricordare ancora di più se pensiamo che anche il fork di Tron avverrà il 28 febbraio.

Più che un hard fork, come ricordato in precedenza, si tratta di un aggiornamento della blockchain.  

Constantinople di Ethereum era inizialmente previsto per il 25 febbraio, ma la data è slittata di qualche giorno. Questo perché, oltre all’aggiornamento di Constantinople, per cui sono previste delle migliorie importanti riguardanti gli EIP (Ethereum Improvement Proposals), verrà anche creata una seconda testnet, St. Petersburg, su cui verranno introdotti i cambiamenti dell’aggiornamento per testare il tutto senza creare problemi.

Ovviamente, per quanto riguarda lato utente finale, non c’è bisogno di fare nessuna operazione poiché, appunto, con questo hard fork non si crea nessuna nuova blockchain o token. Al contrario, i miner e i nodi di Ethereum dovranno aggiornare alle ultime versioni i propri client così da non rimanere tagliati fuori dall’aggiornamento.

Salvo ulteriori problemi dell’ultimo minuto, come avvenuto precedentemente a causa di una falla importante sotto il profilo della sicurezza, il fork avverrà il 28 febbraio e si può controllare il countdown direttamente qui.

Previous articleCrypto Focus, in diretta su Le Fonti Tv con Pigzbe
Next articleFusion Foundation e AXP portano le auto usate su blockchain
Alfredo de Candia
Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.