Il Presidente dell’ESMA, ovvero la European Securities and Markets Authority, Steven Maijoor, ha espresso la volontà di avere una nuova regolamentazione per le crypto.

Read this article in the English version here.

Infatti, durante la FinTech Conference 2019, Steven Maijoor, nel suo discorso di apertura ha affermato:

“Dove i crypto asset non si qualificano come strumenti finanziari – e a meno che non siano qualificati come e-money come discusso nel report dell’EBA), siamo preoccupati che l’assenza di regole finanziarie applicabili lasci i consumatori esposti a rischi sostanziali. I politici europei dovrebbero sempre considerare modi in cui evitare i rischi in maniera proporzionale”.

Considerando che gli asset crypto non sono qualificati sempre come strumenti finanziari, questi sfuggono alle rigide regole di controllo per quanto riguarda la protezione dei consumatori dato che non hanno nessuno strumento per proteggersi o per sapere se è un progetto che ha tutte le carte in regola.

Inoltre, Steven Maijoor, continua nel suo discorso dicendo che anche le ICO dovrebbero avere una regolamentazione dedicata e che le crypto dovrebbero rispettare le regole dell’antiriciclaggio.

La maggior parte dei Paesi sta cercando di introdurre nuove regole per quanto riguarda il mondo crypto, non solo in Europa ma anche in Russia, per esempio, dove Putin ha dato una data di scadenza: entro il primo luglio 2019 deve arrivare una regolamentazione crypto. La precedente scadenza era stata infatti completamente ignorata sia dalla Duma che dal Consiglio della Federazione russa.