Dopo le news sul fork, oggi il prezzo di Ethereum cala del 4%, tra le peggiori performance della giornata insieme a EOS che scende di otto punti percentuali dai livelli di domenica pomeriggio, e Tron con un ribasso del 6%.

Read this article in the English version here.

Dopo aver trascorso l’ultimo weekend senza troppi scossoni, infatti, questo lunedì evidenzia un movimento ribassista che vede tornare i prezzi a testare dei livelli di supporto molto importanti.

Scorrendo la lista delle criptovalute più capitalizzate, si vede un tappeto di rosso. Per trovare il primo segno positivo bisogna scendere fino alla 59° posizione occupata da Ravencoin (RVN) che oggi è l’unica tra le prime 100 a salire con un rialzo di oltre il 15%.

Ravencoin, nato nel gennaio 2018, ha come scopo quello di trasferire risorse in particolare materie prime e beni digitali attraverso la rete peer to peer. Ravencoin vede tra i suoi sostenitori uno dei membri di Bitcoin Foundation, Bruce Fenton.

A salire oggi sono anche Binance Coin (BNB), di oltre il 13%, e Litecoin (LTC) che riesce a tenere i livelli dell’inizio della scorsa settimana sopra i 46 dollari con una performance settimane a ridosso del 2%.

La capitalizzazione crypto

La capitalizzazione totale balla a metà dai livelli delle ultime due settimane e in queste ultime ore si attesta poco sopra i 125 miliardi di dollari. Torna a salire la dominance di bitcoin che recupera il 52,5%. Ripple riesce intanto a recuperare la soglia del 10%.

Ethereum si attesta qualche decimale sopra, evidenziando la fatica: la seconda crypto soffre nonostante l’hard fork della scorsa settimana non sembra abbia riscontrato alcun problema tecnico.

A 4 giorni dal doppio hard fork di Ethereum Constantinople e St. Petersburg risulta che circa il 50% dei nodi sia passato al nuovo progetto. Prosegue lentamente il passaggio della mainnet al nuovo fork approvato dagli sviluppatori minatori della rete Ethereum.

Grafico bitcoin, fonte: https://it.tradingview.com/symbols/BTCUSD/

Bitcoin news (BTC)

Bitcoin, tra ieri sera e questa mattina, accusa un movimento al ribasso di circa 4 punti percentuali riportandosi al test di area 3.750$, precisamente i massimi relativi di inizio febbraio.

Si tratta di livelli ex resistenza che ora diventano un importante supporto da mantenere se si vuol rivedere nuovamente i prezzi al rialzo nei prossimi giorni.

Una salita oltre i 4.000$ spazzerebbe via i timori di breve e medio periodo nuovamente tornati nelle ultime ore. Al contrario, una discesa sopra i 3.750$ aprirebbe facili movimenti a ridosso dei 3.600$, ultimo baluardo di supporto per non intaccare il trend rialzista presente dall’inizio di febbraio.

Grafico Ethereum, fonte: https://it.tradingview.com/symbols/ETHUSD/

Ethereum: le news sul prezzo di ETH

Per Ethereum la situazione sembra più debole con i prezzi che hanno ritracciato esattamente il 50% del movimento che si è costruito in tutto il corso del mese di febbraio.

In un mese il prezzo di Ethereum è salito di oltre il 65%. Ora il prezzo di ETH si trovano a testare l’area di 125$.

È questo il livello che già aveva caratterizzato il movimento laterale a cavallo di metà febbraio, che aveva anticipato il forte rialzo dell’ultima decade dello scorso mese con il prezzo di Ethereum che saliva del 40%, spingendo i prezzi ad aggiornare il record massimo del 2019.

Ora Ethereum si trova a fare i conti con una base dei 120-125 dollari che nel caso non dovesse tenere aprirebbe pericolosi spazi sino ai 110$ e poi successivamente ai 100 dollari.

È necessario nei prossimi giorni un recupero di area 145$, con un ulteriore movimento al rialzo per riportarsi in area 155$. Solamente il recupero di questo livello riporterebbe nuovamente gli acquisti utili ad aggiornare i massimi annuali.

Previous articleBitcoin.com sotto attacco da parte di hacker governativi
Next articleJP Morgan, HSBC e altre banche chiudono account crypto
Federico Izzi
Analista finanziario e #trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Da maggio 2017 è ufficialmente analista tecnico di BigBit. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di #criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul #Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo