Bae Yong-joon, l’attore più famoso in Corea del Sud, ha deciso di investire in una startup locale che opera nel settore crypto.

Read this article in the English version here.

attore bea yong joon investe crypto

Si tratta di una società chiamata Seamon ed è stata co-fondata dalla norvegese Ocean Supreme, ovvero il player più importante nel mercato giapponese del salmone dove esporta salmone di qualità sashimi generando un fatturato di 150 milioni di dollari.

Secondo l’importante giornale coreano Hankyoreh, Bae prima ha contattato l’azienda per chiedere di fare da consulente, e poi ha chiesto di investire nel progetto. Non sono stati diffusi i dettagli dell’investimento, ma si ipotizza che alla fine abbia investito una cifra pari a oltre 100.000 dollari.

Il Presidente di Seamon Lee Jung-hoon ha dichiarato:

“Bae è interessato all’industria ittica da molto tempo. Inizialmente Bae si è rivolto a Seamon per partecipare come consulente, ma voleva investire nel progetto e il mese scorso abbiamo elaborato l’investimento. Non possiamo rivelare l’importo esatto dell’investimento, ma non è nel range di decine di migliaia di dollari”.

Bae è famoso in Corea del Sud nel settore degli investimenti ad alto rischio, perché è sempre stato interessato alle nuove tecnologie e ai nuovi business. Ha infatti già investito in alcune startup, come ad esempio in O2O, che si occupa di servizi di pulizia, e Mark Curley, che si occupa di consegna di prodotti alimentari freschi.

Saemon è un progetto basato su blockchain che si sta preparando a lanciare l’exchange  SeamonX, per consentire lo scambio di salmone, ed altri prodotti di acquacoltura, a livello internazionale, attraverso il proprio token Seamon Coin.

Infatti, pare che il più grande problema del commercio internazionale di prodotti del mare sia costituito dalle frequenti inadempienze di pagamento o da pagamenti scaduti. Il problema è che il pesce è considerato fresco solo per due giorni dopo la pesca, pertanto tempi di pagamento lunghi possono essere un gran problema.

Per questo motivo gli esportatori si devono sobbarcare grossi costi per le assicurazioni, e per la riscossione dei crediti, ed il rischio derivante dalle fluttuazioni dei tassi di cambio delle varie valute.

Per risolvere questo problema Seamon vuole basare il canale di distribuzione su blockchain e utilizzare il proprio token e degli smart contract per far pagare gli acquisti in tempo reale.

Seamon Coin è attualmente in fase di ICO, ed è già quotato sull’exchange BCEX con il simbolo SMEX.